Signorini in imbarazzo per essere gay e cattolico praticante

di Cristina Baruffi Commenta

Alfonso Signorini ha rivelato di sentirsi in colpa, per essere gay e cattolico praticante allo stesso tempo.

Ieri sera Alfonso Signorini ha rivelato davanti a milioni di italiani di sentirsi in colpa per essere gay e cattolico praticante, allo stesso tempo.
La dichiarazione shock è stata fatta ieri sera a Kalispera, mentre Signorini parlava amabilmente con Maria De Filippi, sua ospite nel programma televisivo.
Il simpatico giornalista ha confessato alla presentatrice Mediaset di provare forte imbarazzo per questa situazione, sostenendo che non è facile essere omosessuali e cattolici, soprattutto quando ci si deve confrontare con un sacerdote.


Il direttore di Chi, dice che questo problema si pone anche agli eterosessuali perché la chiesa è contraria al sesso fatto non per scopo riproduttivo, spiegando che è imbarazzante ammettere una colpa per qualcosa di assolutamente naturale.
Se Dio è accoglienza come riferisce Signorini, il problema non si pone, essere gay non è una malattia da curare ma una predisposizione sessuale come ricordano le più importanti associazioni scientifiche e professionali internazionali, che non esclude la possibilità di avere un credo religioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>