Anna Laura Millacci, ecco perché Massimo Di Cataldo mi picchiava

di Maris Matteucci Commenta

Anna Laura Millacci, ecco perché Massimo Di Cataldo mi picchiava

Anna Laura Millacci

La (brutta) storia che in questi giorni vede protagonisti Massimo Di Cataldo e Anna Laura Millacci continua a tenere banco. La ex compagna del cantante ha pubblicato su facebook alcune foto nelle quali si vedono numerosi ematomi sul suo viso, prova di una accusa pesante contro l’ex compagno, colpevole di averla picchiata a tal punto di farle perdere anche il bambino che aveva in grembo.

Il web si è immediatamente spaccato in due: chi ha creduto alla versione di Anna Laura Millacci considerando colpevole Massimo Di Cataldo, chi invece ha accusato la donna di essere una mitomane in cerca di visibilità. Intervistata da Selvaggia Lucarelli per Libero, Anna Laura Millacci torna a parlare delle percosse che avrebbe subito dall’ex compagno, padre anche della sua primogenita. Partendo da una constatazione: Massimo Di Cataldo è un uomo fragile che non ha digerito il fatto di essere ricaduto nell’anonimato dopo alcuni anni di successo. Anna Laura Millacci racconta di avergli fatto da amante per due anni, quando lui era sposato. Ma già lì Massimo Di Cataldo avrebbe avuto le cosiddette “mani lunghe”.Lui tradiva la moglie, stava sempre con me. Lei una sera gli fece una scenata e lui la picchiò. A me disse che era stata lei a picchiare lui e io gli credetti. Ero innamorata“.

Poi la situazione è degenerata anche con Anna Laura Millacci che sostiene di essere stata picchiata spesso anche quando era incinta della prima bambina: “Massimo mi ha picchiata anche quando ero incinta della nostra bimba, e solo perché io la volevo chiamare Anna Lou e lui diceva che non l’avrebbe mai chiamata come la figlia di Morgan. Picchiava sempre e solo per motivi futili“. La donna poi pone l’attenzione sulla partecipazione dell’ex al reality Music Farm nel quale molto spesso Massimo Di Cataldo si faceva prendere da scatti di ira.

foto facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>