Cristian Gallella attacca il collega tronista Emanuele Salvatori

di Maris Matteucci Commenta

Cristian Gallella spara a zero su Emanuele Salvatori, "collega" di Uomini e donne

E’ in un fiume in piena Cristian Gallella che, in una intervista rilasciata al settimanale Visto, spara a zero sul suo possibile collega di trono, il romano Emanuele Salvatori.


Che tra i due non corresse buon sangue si era capito fin dall’inizio del programma di Uomini e donne. Cristian, carattere un po’ chiuso e scorbutico, aveva cozzato immediatamente contro l’esuberanza (forse anche troppa) del quarantunenne Emanuele. Tanto che la divergenza di vedute è sfociata – nell’ultima puntata di Uomini e donne – in un litigio piuttosto acceso, con i due duellanti divisi da Gianni e Piero in studio.

Adesso Cristian Gallella rincara la dose. E nell’intervista sopra citata conferma quanto in parte fatto capire durante il programma: la presenza di Emanuele nel salotto di canale 5 è quantomeno fuori luogo. Emanuele ha quarant’anni e forse a quell’età – dice Gallella, l’unico ad avere la sicurezza di poter stare sull’ambita poltrona rossa – dovrebbe fare altro.

Per contro, il ventottenne di Verbania afferma di sentirsi davvero pronto per imbarcarsi nella nuova avventura che dovrebbe portarlo a conoscere quella che potrebbe rivelarsi la compagna della vita. Il tronista ammette che due anni fa, quando Maria De Filippi gli aveva dato la stessa identica possibilità, non aveva il cuore libero per potersi vivere una esperienza del genere. Adesso tutto è cambiato, stando a quanto raccontato dal ventottenne che poi aggiunge di avere apprezzato la nuova formula del programma ce in qualche modo lo ha aiutato a farsi conoscere meglio dalle corteggiatrici in studio. Che lo hanno premiato, consegnandoli il primo trono disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>