Remo Nicolini attacca la ex Guendalina Tavassi

di Maris Matteucci Commenta

Remo Nicolini si racconta in una intervista a DiPiù lanciando accuse pesanti alla ex Guendalina Tavassi

E’ proprio amore e odio tra Remo Nicolini e la ex concorrente del Grande Fratello Guendalina Tavassi. Da quando la romana è uscita dalla casa i due non fanno altro che alternare momenti di “pace” ad altri caratterizzati da rabbia e rancore.



Soltanto pochi giorni fa la mamma romana del Gf 11 aveva sparato a zero sul suo ex compagno e padre di sua figlia, accusandolo di inventarsi flirt per rimanere sulla cresta dell’onda (e da che pulpito, ci verrebbe da dire, dato che la stessa Guenda a suo tempo si inventò di avere avuto una storia con il calciatore della Roma Daniele De Rossi).
Immediata, allora, è arrivata la risposta di Remo Nicolini che sulle pagine del settimanale Di Più riserva parole non proprio dolcissime alla vulcanica ex fidanzata: “Guendalina come sempre fraintende per mettermi in cattiva luce davanti agli altri – dice Remo -. Mi ha sempre accusato di averla tradita ma lei sa benissimo che non è così“. Ma Guendalina aveva anche accusato il suo ex compagno di essere uno con scarsa vglia di lavorare. Accusa che Remo non ha digerito: “Vorrei dire a Guendalina che non mi sono mai fatto mantenere dai suoi genitori, per tre anni ho lavorato come addetto alla sicurezza di un negozio, poi ho fatto l’istruttore in palestra. Casomai è lei che non ha mai lavorato, tanto sapeva che alla fine i soldi a casa li portavo io“.
Insomma la guerra infinita tra Remo e Guendalina continua. Peccato che in mezzo a tutto questo ci sia Gaia, la figlia di Remo e Guenda, che probabilmente – nonostante abbia appena 6 anni – di certo non farà i salti di gioia per i continui litigi tra mamma e papà.

foto ripresa dal sito isaechia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>