Veronica Maya racconta del suo parto difficile

di Maris Matteucci Commenta

La conduttrice Veronica Maya racconta di avere temuto per il suo bambino durante il parto

Veronica Maya è da poco diventata mamma di Riccardo Filippo, uno splendido bambino di 4 chili nato la scorsa settimana.

E adesso, a distanza di pochi giorni dal parto, la conduttrice di Verdetto finale racconta del momento difficile che ha passato in sala parto dove ha temuto il peggio per il suo bambino.


Al settimanale Top la popolare conduttrice dichiara di avere avuto dei problemi perché il bambino aveva fatto la rotazione in senso inverso e si era incastrato con il cordone ombelicale attorno al collo. L’equipe medica è stata, per la presentatrice, sensazionale. Perché l’ha aiutata nel migliore dei modi, evitando che potesse succedere qualcosa di brutto al bambino che per qualche secondo spingeva verso l’osso sacro e non verso l’uscita.

VERONICA MAYA E’ DIVENTATA MAMMA

Veronica Maya dice di avere avuto molta paura ma di avere superato il tutto grazie anche all’iuto del compagno (il chirurgo plastico Marco Morici) che l’ha affiancata in sala parto facendole sentire tutto il suo appoggio. Anzi è stato proprio lui, racconta la presentatrice Rai, ad averle dato la forza per dare l’ultima spinta e fare uscire il bambino.

Una gioia indescrivibile, quella di diventare mamma, racconta una raggiante Veronica Maya che ha vissuto anche tutti i nove mesi di gravidanza con grande slancio. L’idea della maternità (resa ufficiale su facebook dalla sua amica Caterina Balivo, adesso anche lei incinta) l’aveva mandata al settimo cielo. Adesso che Riccardo filippo è nato, Veronica Maya potrà dunque Ddedicari al piccolino prima di tornare a concentrarsi sul lavoro che aveva abbandonato soltanto al nono mese di gravidanza quando a sostituirla al timone di Verdetto finale era arrivato Tiberio Timperi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>