Thais Wiggers considera Aida Yespica e Nina Moric delle pessime madri

di Fabiana 1

La ex velina di Striscia la notizia Thais è felice di dedicarsi alla figlia a tempo pieno

Ne è passato di tempo da quando la ex velina Thais Wiggers sgambettava con Melissa Satta sul bancone di Striscia la Notizia.
Ora Thais ha scelto di stare lontano dai riflettori per dedicarsi alla sua bambina, la piccola Julia, nata dalla relazione con Teo Mammuccari (paparazzato a Miami con la nuova fiamma, Francesca Chillemi).

L’addio con il conduttore sciupafemmine è stato molto doloroso, ma Thais ha deciso di lasciarsi questa storia alle spalle e ha anche ritrovato la felicità con il nuovo compagno, Paul Baccaglini.

Ma Thais è una donna che pensa soprattutto alla felicità della figlia a cui si dedica completamente.

Thais denuncia che a lavorare nel mondo dello spettacolo solo le donne capaci di procurarsi scandali (forse riferendosi tra le altre alla solita Belen Rodriguez, molto avvezza a un’operazione del genere) ingaggiate campagne pubblicitarie che le riempiono di denaro, ma lei ha scelto di non far parlare di sé.

Ora la ex velina rilancia l’accusa e, consapevole del suo ruolo di mamma a tempo pieno, può anche permettersi di criticare altre showgirl.

Secondo Thais molte showgirl sono delle pessime padri. Si riferisce in particolare a tutte coloro che hanno scelto di partecipare ai vari reality, come Aida Yespica, Nina Moric o Guendalina Tavassi che hanno consapevolmente abbandonato i figli a casa e poi, dopo aver ricevuto una loro lettera, sono scoppiate in lacrime.

Ma la brasiliana non lascerebbe mai il figlio per avere un po’ di popolarità e meno che mai parteciperebbe a un reality come L’Isola.

Commenti (1)

  1. Che dire? Bisognerebbe inventarsi un equivalente detto “ogni scarafone è bello a mamma soia” ma con funzione opposta ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>