L’effetto Notting Hill

di Stefania Russo Commenta

Secondo una recente ricerca sembrerebbe che le persone che sono solite guardare commedie romantiche hanno maggiori..

Secondo una recente ricerca sembrerebbe che le persone che sono solite guardare commedie romantiche hanno maggiori probabilità di essere insoddisfatte dal punto di vista sentimentale a causa di aspettative superiori. I ricercatori, infatti, hanno scoperto che le persone che guardano film romantici credono maggiormente nell’amore predestinato rispetto a quelle che gurdano altri generi di film.


Esse, inoltre, sono convinte che l’amore arrivi più velocemente, si aspettano di più da loro partner e credono che le cose in un rapporto vadano bene istantaneamente, senza capire che bisogna lavorare reciprocamente, a volte anche a lungo, per mantenere in piedi una storia.

Quindi, in sostanza, guardare film romantici è sufficiente a influenzare l’attegiamento sentimentale di una persona. Bjarne Holmes, il medico che ha condotto questa ricerca, ha spiegato che questo risultato non significa che le persone non debbano più guardare questo genere di film ma, semplicemente, che devono essere più critici riguardo ai messaggi di questo tipo di film, rendendo se stessi consapevoli che il rapporto perfetto dei film non è affatto realistico.


Tale atteggiamento “troppo romantico” è stato denominato dal Daily Mail “effetto Notting Hill” o “sindrome Hugh Grant“. L’attore, infatti, è stato accusato di aver creato non solo l’illusione dell’amore romantico e perfetto in milioni di donne ma anche un’attrazione per gli uomini dall’accento inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>