Katie Holmes crea una fondazione per far ballare i meno fortunati

di Stefania Russo Commenta

Katie Holmes ha deciso di creare una fondazione che consente di frequentare una scuola di danza a tutti quei bambini e ragazzi che..

katie-holmes

Katie Holmes ha deciso di creare una fondazione che consente di frequentare una scuola di danza a tutti quei bambini e ragazzi che non hanno la possibillità di farlo a causa del basso reddito dei propri genitori, consentendo loro di vincere delle borse di studio.

La fondazione, come dicevamo, è stata creata da Katie Holmes in collaborazione con Adam Shankman, il regista di “HairSpray”, Nigel Lythgoe, il creatore di “So You Think You Can Dance”, e il giudice Carrie Ann Inaba.


La fondazione è stata chiamata “Dizzy Feet Foundation” e la sua nasciata verrà ufficilamente annunciata dalla signora Cruise in occasione della cerimonia organizzata per festeggiare il 100° episodio del Fox dancing show.

Katie Holmes ha spiegato che questa sua idea è nata dalla voglia di offrire un opportunità anche a coloro che sono meno fortunati. Tutti, ma soprattutto i bambini, ha spiegato l’attrice, devono avere la possibilità di fare quello che desiderano, di realizzare le proprie aspirazioni e di coltivare il proprio talento.


E’ importante, ha spiegato Katie, che nella vita dei bambini ci sia la musica e la danza, così come pure è importante che ogni bambino abbia la possibilità di scoprire cosa gli piace fare e di farlo senza che i soldi costituiscano un impedimento.

Del resto anche la sua figlioletta Suri frequenta una scuola di danza classica e non è affatto l’unica figlia di divi di Hollywood che lo fa. Anche Shiloh e Zahara, le due bambine di Angelina Jolie e Brad Pitt, frequentano un corso di danza classica e recentemente entrambe hanno partecipato ad un piccolissimo spettacolo organizzato proprio dalla loro scuole in cui le due sorelline ballavano teneramente insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>