Michelle Hunziker ha fatto pace con il suo bodyguard Federico

di Maris Matteucci Commenta

Pace fatta tra Michelle Hunziker e il suo bodyguard Federico che in queste sere è al Teatro Sistina di Roma per affiancare la showgirl svizzera

La pace tra la showgirl Michelle Hunziker ed il bodyguard Federico è sancita. La svizzera – in molti se lo ricorderanno – aveva di fatto licenziato la sua guardia del corpo questa estate, dopo aver scoperto che sul braccio destro aveva un tatuaggio che riprendeva un simbolo dell’estrema destra nazista.

Tra i due, che erano stati paparazzati più volte al mare insieme, il rapporto sembrava essere giunto dunque al capolinea. La svizzera si era definita sconvolta dalla scoperta e aveva ribadito che in due anni di collaborazione non si era mai accorta che la sua guardia del corpo riportasse sul braccio un tatuaggio dal significato così grave.


Ma in queste sere al Teatro Sistina di Roma (dove la Hunziker si sta esibendo nel suo spettacolo) Federico è riapparso nella sua veste di bodyguard, vigilando per tutta la sera sulla bellissima Michelle. I malintesi sembrano essere superati una volta per tutte e tra Michelle e Federico è tornato il sereno.

MICHELLE HUNZIKER VORREBBE PASSARE IL NATALE CON EROS RAMAZZOTTI

E appena ristabilita (e ufficializzata) la pace tra i due ecco che i mestieranti del gossip tornano alla carica: tra la showgirl svizzera e la sua guardia del corpo c’è un rapporto che va al di là di quello professionale? Questa estate si era più volte vociferato che tra i due ci fosse del tenero e le foto che li riprendevano al mare, mentre sorridenti si divertivano in acqua, avvaloravano di fatto questa ipotesi.

Per il momento però la Hunziker e il suo Federico non hanno dato modo di pensare ad altro. Il tempo ci svelerà questo segreto… il prestante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>