Antonio Cassano si è sposato

di Stefania Russo 1

Il picolo imprevisto dei giorni scorsi non ha impedito ad Antonio Cassano e a Carolina Marcialis di convolare a nozze, i due hanno infatti pronunciato..

Il piccolo imprevisto dei giorni scorsi non ha impedito ad Antonio Cassano e a Carolina Marcialis di convolare a nozze, i due hanno infatti pronunciato il fatidico “si” sabato 19 giugno intorno alle ore 17:00 nella chiesa del Divo Martino a Portofino.

La cerimonia è stata celebrata da don Fortunato, il rettore dell’istituto Emiliani di Genova Nervi, e da don Alessandro, il parroco della chiesa di Portofino in cui i due hanno scelto di sposarsi.


Presenti sia in chiesa che al ricevimento circa 100 invitati, tra cui le compagne di squadra di Carolina e gli allenatori Eugenio Fascetti e Gigi Del Neri. Fascetti, in particolare, ha rivelato di aver regalato ad Antonio Cassano una sveglia, così non avrà più scuse per dormire fino a tardi. Dopo aver scherzato, tuttavia, l’allenatore ha spiegato che Cassano è molto maturato e, a dispetto di quello che si dice di lui, “il vero Cassano non lo conosce nessuno“.

Dopo la cerimonia in chiesa la coppia e gli invitati si sono recati nel luogo prescelto per il ricevimento: l’ex Abbazia della Cevrata, dove i festeggiamenti sono proseguiti fino a tada notte. Presente al ricevimento anche Gigi D’Alessio, che ha intrattenuto gli ospiti cantando alcune dei suoi più grandi successi.

Per il viaggio di nozze Antonio Cassano e la sua Carolina hanno deciso di concedersi una vacanza in Polinesia.

Foto | La Stampa

Commenti (1)

  1. ANTONIO E CAROLINA SIETE TOTALI….. UN MARE DI AUGURI E TANTE SODDISFAZZIONI PER IL VOSTRO AVVENIRE…VI VOGLIO BENE…… FABIO GENOVA SERVIZIO D’ORDINE TRIBUNA D’ONORE….. LIPPI SICURO DI NON AVER LASCIATO A CASA FENOMENI? BELIN CUME TE’….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>