Marco Carta ringrazia i suoi fans per averlo “salvato” ad Amici

di Maris Matteucci Commenta

Marco Carta ringrazia su facebook i fans che lo sostengono durante il serale di Amici

L’avventura di Marco Carta al serale di Amici sta proseguendo a gonfie vele: non tanto per le performance del cantante sardo (spesso non giudicate tra le migliori tra quelle in gara dalla giuria tecnica) quanto per il sostegno che i fans stanno dimostrando contunuamente all’ex vincitore di Amici.

Lo avevano fatto nella prima serata andata in onda il 31 marzo, quando lo avevano salvato dal televoto contro Valerio Scanu; lo hanno ribadito nella puntata di sabato sera quando gli hanno consegnato la golden share salvandolo di fatto dal televoto.


E così, Marco Carta altro non può fare che intervenire su facebook per ringraziare pubblicamente coloro che lo stanno sostenendo con grande affetto in questa seconda avventura ad Amici alla quale lui stesso ha dichiarato di tenere moltissimo. Il cantante sardo dice di non avere le parole per esprimere la gratitudine nei confronti di coloro che gli hanno consentito di rimanere in gara dopo due puntate.

Le “cartine” – così si chiamano le sue fans – hanno infatti scaricato in moltissime il singolo del loro beniamino su i-Tunes regalandogli la golden share che sabato sera lo ha fatto scalare dalla ultima posizione alla quint’ultima. Così, al televoto al suo posto è andato Antonino Spadaccino che è stato poi eliminato da Pierdavide Carone.

MARCO CARTA SPIEGA PERCHE’ PER DUE ANNI E’ SPARITO DALLA SCENA

Marco Carta miracolato? Forse. Quel che è certo è che per una giuria tecnica che non sembra apprezzare molto le sue performance, c’è un pubblico che sembra invece volerlo a tutti i costi dentro al programma. D’altronde, e questo è innegabile, il successo di un cantante lo decide il grande pubblico e non una giuria ristretta di esperti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>