Romina Power contro Albano per la scomparsa della figlia Ylenia

di Maris Matteucci Commenta

Romina Power contro Albano per la scomparsa della figlia Ylenia Carrisi

Negli ultimi anni Romina Power ed Albano non sono andati particolarmente d’accordo e la notizia di un nuovo litigio a distanza tra quelli che per molto tempo sono stati una delle coppie più affiatate del mondo dello spettacolo non lascia stupiti.

A causare nuovamente incomprensioni tra Romina Power ed Albano è stata la decisione del cantante pugliese che, nei giorni scorsi, ha contattato il Tribunale di Brindisi per avere la richiesta di morte presunta della figlia Ylenia Carrisi, scomparsa nel lontanissimo 1994 da New Orleans.


Decisione, questa, che avrebbe mandato su tutte le furie Romina Power che per contro, anche a distanza di così tanti anni, è ancora convinta che sua figlia Ylenia possa essere viva. In questa ottica, dunque, non avrebbe senso richiedere un certificato di morte perché implicitamente sarebbe arrendersi ad una fine che la cantante non vuole proprio accettare.

ALBANO PARLA DEL RAPPORTO CON ROMINA POWER

Il caso di Ylenia Carrisi è stato di nuovo affrontato a Chi l’ha visto e questa sera sarà al centro anche di Quarto Grado (leggi qui le anticipazioni della puntata in onda alle 21.10). Proprio durante Chi l’ha visto, Romina Power è intervenuta telefonicamente in diretta dall’America per far sapere come la sua posizione sia nettamente contraria rispetto a quella dell’ex marito Albano: “Non ho mai creduto che Ylenia fosse morta, mia figlia è viva e bisogna continuare a cercarla“.

Un appello disperato di una madre che non vuole arrendersi alla morte di una figlia. Certo è che, dopo venti anni, risulta difficile pensare che Ylenia Carrisi possa essere ancora viva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>