Laura Pausini ha sofferto per i suoi chili di troppo

di Maris Matteucci Commenta

Laura Pausini si è raccontata alla vigilia dell'uscita del suo nuovo album

Alla vigilia dell’uscita del suo nuovo album che si intitolerà “Inedito” e che è in programma per domani, Laura Pausini si racconta in una lunga intervista a Vanity Fair. Per molto tempo, 2 anni, la cantante romagnola è stata lontana dalle scene e in molti hanno pensato che questa scelta fosse dovuta all’intenzione della cantante di mettere su famiglia.

Ed invece a quanto pare così non è stato. Nessun figlio all’orizzonte, almeno per il momento. Soltanto due anni dedicati alla riscoperta di quello che fino ad allora le era mancato: andare a fare spesa al supermercato tutte le donne di questo mondo, frequentare le amiche, fare cene con i vecchi compagni di classe.


Una vita rilassata, insomma, lontano dai palcoscenici che solitamente la tengono impegnata a centinaia di chilometri da casa. L’intervista uscita ieri su Vanity Fair tocca tutti questi punti e tanto altro. Per esempio il disagio che la cantante ha provato per essere ingrassata molto durante questo periodo di pausa sabbatica.

Laura Pausini racconta infatti che una volta è finita sui giornali mentre era al supermercato a fare spesa con la madre e il titolo del servizio recitava “Laura Pausini incinta”. Da quel giorno tutti per strada la fermavano, confondendo i suoi chili di troppo con una gravidanza che di fatto non c’era. E’ stata una fase, quella, piuttosto pesante per la 37enne emiliana che nell’intervista si è detta molto vicina a Vanessa Incontrada che non troppo tempo fa aveva denunciato lo stesso problema.

I chili di troppo, insomma, hanno fatto soffrire Laura Pausini che adesso però sembra essere tornata in forma, pronta per il lancio del suo nuovo disco che la porterà in giro per tutta l’Italia con i suoi concerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>