Rossano Rubicondi preferisce le sudamericane

di Stefania Russo Commenta

Rossano Rubicondi liquida con un no comment ogni domanda relativa alla sua storia d'amore con Ivana Trump ma non si risparmia nel dispensare..

rossano-rubicondi

Rossano Rubicondi liquida con un no comment ogni domanda relativa alla sua storia d’amore con Ivana Trump ma non si risparmia nel dispensare consigli e pillole di saggezza sull’amore in generale.

Rubicondi, infatti, durante un’intervista rilasciata al settimanale “Grazia” rivela che spetta indiscutibilmente agli uomini italiani il primato di conquistatori. Secondo l’ex naufrago, infatti, gli uomini italiani non hanno rivali, il loro punto forte è sopratutto quello di essere belli e divertenti al tempo stesso, un binomio a cui nessuna donna riesce a resistere.


Per le donne italiane, invece, Rubicondi non spreca complimenti ma, al contrario, le definisce “mammone e noiose“. Il primato femminile, infatti, spetta alle sudamericane, quelle che, a suo avviso, sono le più brave a fare l’amore, “le più tecniche e appassionate“. Sarà per questo forse che durante L’isola dei Famosi Rossano non aveva occhi che per Belen Rodriguez..

I segreti per conquistare una donna? Nessun mistero, essere semplicemente se stessi, avere confidenza e mostrarsi sempre molto sicuri.


Oltre a parlare dell’amore, della seduzione e dei vari primati Rossano ha parlato anche della sua carriera. Come tutti già sapranno, infatti, Rubicondi è attualmente impegnato nella conduzione di “Cupido” al fianco di Federica Panicucci ma la Tv non è il suo unico obiettivo.

Con grande stupore, infatti, Rubicondi ha affermato che non appena terminerà la conduzione di “Cupido” uscirà con un disco intitolato “Black is black“, prodotto da Cristiano Malgioglio e Silvio Sardi. Sul disco, tuttavia, non si sà altro, tutto è avvolto in un alone di mistero, probabilmente per creare un pò di suspense e incuriosire il pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>