Leonardo Greco spiega i motivi della rottura con Diletta Pagliano

di Maris Matteucci Commenta

Leonardo Greco spiega i motivi della rottura con Diletta Pagliano

leonardo greco

La rottura con Diletta Pagliano è ormai definitiva e anche i fans di una delle coppie più amate di Uomini e donne se ne sono fatti una ragione, dopo aver a lungo sperato nell’ennesimo ritorno di fiamma. Ma Leonardo Greco stavolta non dà false speranze circa una possibile ricucitura con la ex e lo dice apertamente in una intervista rilasciata a Radio Manà Manà nella quale spiega (forse per la prima volta) quali sono stati i motivi che hanno portato alla rottura definitiva con la milanese con la quale la storia andava avanti, tra alti e bassi, da circa un paio di anni.

Leonardo Greco parte da una certezza: l’amore per Diletta Pagliano c’era e c’è sempre stato dal momento che aveva deciso di sceglierla nella puntata finale di Uomini e donne (quella puntata, ancora oggi, è la scelta più seguita nella storia del programma di Maria De Filippi: segno che Leonardo e Diletta avevano fatto centro nel cuore dei telespettatori).


Arrivati ad un certo punto, però, i litigi e le discussioni tra loro si sono fatti sempre più frequenti fino ad arrivare a minare seriamente la loro serenità: “Ci abbiamo provato ma le discussioni erano troppo forti e troppo frequenti per poter pensare di andare avanti“, ha detto Leonardo Greco che in verità – almeno nel periodo da tronista a Uomini e donne – aveva sempre dato l’impressione di essere un ragazzo particolarmente tranquillo e difficile da fare arrabbiare.

DILETTA PAGLIANO PENSA ANCORA A LEONARDO GRECO?

Ed invece la situazione con Diletta Pagliano è diventata pesante fino a portare alla rottura. Leonardo Greco ammette: “I litigi devono avere un limite, se questo limite si supera vuol dire che nel rapporto qualcosa non va. Io sono stato male perché nel rapporto con Diletta avevo sempre creduto molto“.

Dopodiché Leonardo Greco ha frequentato per qualche tempo Misha Marculet, con la quale aveva in ballo anche impegni lavorativi: ma anche lì non è andata meglio, la storia è finita subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>