Il marito di Kim Kardashian chiede l’annullamento del matrimonio

di Maris Matteucci Commenta

Kris Humphries non concerà il divorzio a Kim Kardashian

Kris Humphries sembra intenzionato a dare del filo da torcere alla (ex) moglie Kim Kardashian. Lei gli ha chiesto il divorzio lampo a 72 giorni dal fatidico sì, lui non solo non glielo vuole concedere ma vuole chiedere direttamente l’annullamento per frode e per questo ha già intrapreso un’azione legale.

E’ il Daily Mail a dare la notizia: per la starlette dei reality americani per eccellenza, insomma, non si prospetta un futuro roseo.


Certamente ottenere l’annullamento di un matrimonio non è cosa semplice e anche se Kris Humphries si è ovviamente circondato dei migliori legali non è detto che riesca nell’impresa. Ad ogni modo, si legge sul Daily Mail, se anche non dovesse riuscire ad ottenere l’annullamento, Humphries al massimo concederà alla Kardashian la separazione legale ma non certamente il divorzio.

KIM KARDASHIAN DIVORZIA DOPO DUE MESI DI MATRIMONIO

Insomma Kris Humphries, comprensibilmente ferito dal comportamento di quella che credeva potesse essere la donna della sua vita, non intende abbassare la testa e minaccia guerra alla ex che per contro continua a dire di essere stata molto innamorata dell’uomo che ha sposato ma soltanto una volta convolata a nozze si è resa conto delle incompatibilità di carattere che dividevano i due.

FOTO MATRIMONIO KIM KARDASHIAN

Il matrimonio Humphries-Kardashian, in molti se lo ricorderanno, aveva tenuto vivo l’interesse dei curiosi che ne avevano potuto seguire in televisione tutti i dettagli della preparazione: dalla scelta della torta, alle decorazioni. Questo, però, non è bastato a benedire il lieto evento dato che dopo appena due mesi i due piccioncini si sono detti addio.

foto LaPresse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>