Vanessa Paradis smentisce la rottura con Johnny Depp

di Maris Matteucci Commenta

Vanessa Paradis nega di essere in crisi con il compagno Johnny Depp

Di loro in queste ultime settimane si è detto di tutto: prima che fossero in crisi, poi addirittura che si fossero già separati. Quindi, ancora, si sarebbe passati ad individuare la causa della presunta rottura tra i due: l’attrice francese Eva Green che con il bell’attore americano condivide attualmente il set di Dark Shadows, nuova pellicola diretta da Tim Burton. Insomma su Johnny Depp e Vanessa Paradis il gossip si è letteralmente scatenato.


Niente crisi tra i due, però. Perché la diretta interessata Vanessa Paradis, probabilmente tra le donne più invidiate del pianeta, interviene sulla rivista A per chiarire una volta per tutte che non c’è alcuna crisi irrisolvibile con il compagno e che tutto quello che si è letto/ascoltato in queste settimane è solo frutto dell’immaginazione.

JOHNNY DEPP E VANESSA PARADIS SI SEPARANO

La bella Vanessa Paradis ammette che i periodi di alti è bassi con Johnny Depp non sono mancati in tutti questi anni ma niente di eclatante: insomma problemi che caratterizzano un po’ tutte le coppie ma che, come dice l’attrice francese, non portano certamente ad una rottura definitiva. Incalzata poi sulla differenza tra vivere a Los Angeles e a Parigi, Vanessa Paradis non si sbilancia troppo: dice che a Los Angeles è tutto più incentrato intorno ai soldi ma che fondamentalmente la loro vita è rimasta la solita, così come quella dei loro bambini che mantengono gli stessi “ritmi francesi”: vanno a scuola e hanno i loro amichetti.

VANESSA PARADIS E JOHNNY DEPP IN CRISI A CAUSA DI EVA GREEN

Certamente, dice la compagna di Johnny Depp, il ruolo di genitori è più difficile: negli Stati Uniti la stampa “spazzatura” è molto violenta, dice la Paradis, e non sempre è facile difendere la propria privacy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>