Sharon Stone contro Pupi Avati, ho lavorato malissimo

di Gianni Puglisi 76 views0

Sharon Stone parte all’attacco di Pupi Avati, con il quale ha lavorato la scorsa estate sul set del film Un ragazzo d’oro, con Riccardo Scamarcio e Cristiana Capotondi. Ma GQ Italia che le dedica la copertina, la bellissima attrice americana dice che l’esperienza con il regista italiano è stata tutt’altro che positiva.

Il motivo? La disorganizzazione sul set che era un vero e proprio campo di battaglia con gente che entrava e usciva mentre lei era intenta a recitare. Insomma una esperienza da dimenticare, secondo Sharon Stone, che di certo non farà una buona pubblicità a Pupi Avati negli States. L’attrice americana non gira tanto intorno alla cosa e dice di avere lavorato malissimo sul set di Un ragazzo d’oro. “Non c’era alcun tipo di organizzazione, mi hanno costretto a girare mentre sul set entravano giornalisti, fan, c’era il caos più completo: mi sono sentita venduta: alla fine ho costretto tutti a uscire, era l’unico modo per lavorare con serietà“.

SHARON STONE SUPERSEXY E INNAMORATA DELL’ITALIA

Dell’Italia, però, Sharon Stone mantiene un buonissimo ricordo. “Del Belpaese mi piacciono la moda e i mobili, ho arredato il mio salotto con i mobili italiani perché ho una predilazione per il vostro modo di fare arredamento. Adoro la costiera amalfitana, ma la mia città preferita è Firenze“. Insomma a parte l’esperienza non proprio entusiasmente con Pupi Avati, la bella attrice – che a 56 anni è considerata ancora un sex symbol – dice di sentirsi molto legata all’Italia. L’intervista completa a Sharon Stone sul numero di GQ Italia.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>