Anna Tatangelo, vinco Sanremo e sposo Gigi D’Alessio

di Fabiana 76 views0

Anna Tatangelo torna sul palco dell’Ariston presentandosi come una delle favorite del prossimo Festival di Sanremo 2015.


E sembra avere le idee molto chiare sul suo futuro professionale e sentimentale come rivela nell’intervista rilasciata a Oggi.

In realtà la cantante cerca un vero e proprio rilancio cominciato in estate con il video Muchacha, in cui gioca a fare la femme fatale e che ha totalizzato addirittura oltre 2 milioni di visualizzazioni su Youtube.

Ma io sono vecchia dentro. Ora sono più sicura di me, quando mi rivedo in Muchacha e mi diverto. La vita reale, però, è un’altra. Anche Rihanna, quando starà a casa sua, mica farà la sexy tutto il giorno.

Ha spiegato Anna parlando del suo approccio con l’immagine sexy con cui si diverte a giocare.

Di certo si ritiene una mamma chioccia e molto protettiva. Posso andare a dormire alle quattro, ma poi alle otto sono in piedi e accompagno Andrea all’asilo. Il mio cucciolo? Certo che me lo porto! Non potrei andare da nessuna parte senza di lui. Sono una mamma innamorata e protettiva. Con lui passo tanto tempo, il nostro rapporto è una delle poche cose di cui sono orgogliosa. Andrea è solare, già scaltro, parla tantissimo.

ANNA TATANGELO, FOLLOWRS DIVISI PER LE FOTO TROPPO SEXY

A febbraio la cantante, che vuole assolutamente un secondo figlio, festeggerà i primi dieci anni d’amore con Gigi D’Alessio e chiarisce anche la sua posizione sul matrimonio di cui si parla da tempo.

Quando ci sposiamo, lo saprete a cose fatte.

Intanto a Sanremo porterà Libera, una canzone scritta da Kekko Silvestre dei Modà che parla anche del ritrovato rapporto con sé stessa e di come sia cresciuta nel corso degli anni: se prima ogni critica la feriva, adesso si gode quello che le succede con un pizzico d’ironia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>