Francesco Renga svela i particolari del rapporto con Ambra Angiolini

di Eleonora Costa 2.991 views0

Francesco Renga e Ambra Angiolini si sono lasciati già da qualche mese ma il loro rapporto continua a incuriosire coloro che amano il gossip. I due ex sembrano avere mantenuto un buon rapporto soprattutto per il bene dei due figli che hanno in comune.


Francesco Renga parla di Ambra Angiolini nel corso di una intervista rilasciata a Sette del Corriere della Sera. Sulla ex compagna dice:

Siamo sereni, stiamo bene, è un rapporto che nel tempo si è trasformato e vive grazie a quel tesoro in comune che sono i nostri figli

E poi:

Il 12 giugno compio 48 anni e sono su piazza da quasi 30. Ai miei esordi ho vissuto un momento chiave della musica italiana, in cui c’era un certo declino dei cantautori e una scena rock in forte ascesa. L’artista, per come lo vedo io, è un disadattato che cerca un equilibrio, consapevole di quanto i mezzi espressivi siano inadeguati al raccontare e al raccontarsi, al guardarsi dentro restando connesso col mondo che lo circonda. Alla fine parla di sé, racconta il suo film

Il cantante bresciano ha sempre scritto canzoni d’amore:

Non si può fare altro. I flussi sono tanti, complessi e differenziati. L’amore comprende tutto, anche il sociale, il sesso, la religione la gioia e il dolore. E’ inesauribile. È tutto e il contrario di tutto.. È un flusso continuo […] Noi siamo spesso impegnati in una sconclusionata ricerca della felicità e non ci rendiamo conto che ce l’abbiamo vicina, a portata di mano. Le cose importanti ci scivolano via, le diamo per scontate. E invece l’obbiettivo è qui. Poi l’amore non è solo fuoco, idillio: è famiglia, è responsabilità, è far crescere con la presenza e l’esempio. Che io cerco di dare ai miei due figli Leonardo (10 anni) e a Jolanda (12)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>