Robbie Williams, ho successo ma sono depresso

di Ma.Ma. Commenta

Robbie Williams è stato ospite a X Factor per presentare il suo nuovo album ed è passato anche da Verissimo, trasmissione condotta da Silvia Toffanin su Canale 5. Ai microfoni di Mediaset ha raccontato di soffrire spesso di depressione nonostante sia un uomo di successo.

<img src="http://www.spettegola.com/wp-content/uploads/2013/11/robbie-williams.jpg" alt="robbie williams" width="600" height="399" class="aligncenter size-full wp-image-61289" /

Vediamo del dettaglio alcune delle dichiarazioni rilasciate dalla pop star che, nonostante una vita decisamente fortunata, si trova spesso costretto ad affrontare momenti difficili. E’ un Robbie Williams molto umano quello che si racconta ospite di Verissimo e d’altronde, anche nel corso della ospitata a X Factor in settimana, il cantante inglese aveva dimostrato di essere persona molto alla mano dialogando con Alessandro Cattelan .

ROBBIE WILLIAMS, MENO DROGHE PERCHÉ SONO PADRE

Robbie che è sul palco è un attore, Robert che va a casa alla sera è un’altra cosa. L’uomo che è sul palco è una sorta di supereroe con super poteri, mentre quando vado a casa sono una persona timida, sensibile, vulnerabile e spesso un po’ depressa. Diciamo che Robbie è l’attore, l’artista, e Robert è la persona. Nel 2006 mi sono ritirato perché la mia testa stava scoppiando. Dovevo fermarmi. Mi sono fatto crescere la barba, mi sono messo un kaftano. Poi nel 2009 ho scritto un nuovo album e sono andato in tour e lì ho capito che un uomo ha bisogno di un obiettivo, di un lavoro. Quando gli uomini si ritirano poi muoiono. Per cui tra vent’anni, probabilmente sarò ancora sul palco e avrò pubblicato il mio ventesimo album

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>