Guendalina Tavassi snobba i naufraghi dell’Isola dei Famosi 10: Ma chi cavolo sono?

di Eleonora Costa 95 views0

Vi ricordate di Guendalina Tavassi? La romana si è fatta conoscere grazie al Grande Fratello ma ha anche partecipato all’Isola dei Famosi, creando come al solito scompiglio visto che ha un caratterino niente male. E intervistata dal settimanale Vip, la ex gieffina ed ex naufraga non perde tempo per snobbare i nuovi concorrenti del realuty.

Guendalina Tavassi dice che a parte Rocco Siffredi e Catherine Spaak, gli altri sono degli emeriti sconosciuti. Insomma la romana si chiede che Isola dei Famosi sia se tra i concorrenti di famoso non c’è nessuno. Ecco le parole di Guandalina Tavassi che, siamo sicuri, genereranno immediate critiche (ed è anche normale visto che l’osservazione non arriva da Belen Rodriguez, che bene o male conoscono tutti).

La prima cosa che mi sono chiesta quando sono usciti i nomi dell’Isola dei Famosi 10 è stata: ma perché per fare i naufraghi hanno preso questa gente? La maggior parte dei concorrenti non so proprio chi sia. Ci sono giusto Rocco Siffredi e Catherine Spaak ad essere famosi, ma gli altri chi sono? Che meriti hanno per stare lì?

ISOLA DEI FAMOSI 10, ROCCO SIFFREDI RE DEL DOPPIO SENSO!

L’attacco di Guendalina Tavassi nei confronti dei naufraghi dell’Isola dei Famosi 10 continua e passa per Alex Belli e Andrea Montovoli due che, secondo la ex gieffina, sono i classici belli che non ballano. E in un programma dove la bellezza non conta, perché ci sono cose più importanti a cui pensare, la vulcanica Guenda non trova collocazione per i due atttori.

Alex Belli e Andrea Montovoli sono belli ma non ballano e della bellezza, sull’Isola, importa poco: lì l’unico pensiero è il cibo, non certo i flirt!

Photo Credits | Facebook Guendalina Tavassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>