Platinette, la prostituzione senza sfruttamento è un mestiere bellissimo

di Emma 745 views0

Dopo essersi messo in gioco come concorrente di Ballando con le stelle, Platinette, alias Mauro Coruzzi sta per tornare in televisione con il Grossa Grassa Cucina, il primo cooking show di La 5.

E senza falsi moralismi ne approfitta per dire la sua su diverse questioni arrivando a sdoganare anche la prostituzione.

Trovo che la prostituzione, senza sfruttamento, sia un mestiere bellissimo per capire quanto gli altri ci desiderino.

Ha dichiarato Planinette intervistata da gay.it difendendo e spiegando le ragioni di quello che aveva già scritto nella sua biografia ricordando i tempi in cui si prostituiva. E se le sue affermazioni potrebbero essere destinate a scatenare qualche polemica, Platinette non nasconde le sue fragilità ammettendo di desiderare un rapporto sincero.

Vorrei smettere di lavorare venti ore al giorno, per sentirmi utile o per dare un senso alla mia esistenza.

Ma non manca neppure l’affondo sull’inutilità della legge Cirinnà.

PLATINETTE IN OSPEDALE, NUOVO PALLINCINO INTRAGASTRICO

Non mi piace assolutamente questa corsa al matrimonio. Questa corsa a voler regolarizzare, quello che di regolare già era. A me, questa legge, sembra un obbrobrio. Quello che detesto del mondo eterosessuale sono le convenzioni, compreso il matrimonio che altro non è che un contratto. Sono sfuggito tutta la vita alle regole e ora dovrei rientrarci dentro, magari dalla finestra, perché ho il terrore che il mio compagno non abbia assistenza o pensione? No, grazie.

SELVAGGIA LUCARELLI, ATTACCO A PLATINETTE SU FACEBOOK

Ma non manca di tornare sull’argomento Selvaggia Lucarelli con cui si è scontrata verbalmente in diverse occasioni nel corso di Ballando.

Selvaggia è una donna che amo profondamente quando scrive, a differenza di quando appare in tv. Lì, aimè, non mi piace. Capisco il personaggio, capisco le posizioni, capisco tutto, ma non sopporto le donne che pensano di avercela solo loro A me quelle che fanno le cattive per contratto, non mi piacciono.

Insomma pace fatta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>