Video George Clooney arrestato durante una protesta a favore del Sud Sudan

di Maris Matteucci Commenta

George Clooney è finito in manette questa mattina a Washington

Fa un po’ strano vedere George Clooney in manette, a meno che non sia nella scena di un film: invece è successo davvero. L’attore americano è stato arrestato questa mattina, durante una manifestazione inscenata a Washington di fronte all’ambasciata del Sudan per protestare contro il blocco degli aiuti umanitari voluta dal presidente Omaral-Bashir.


L’attore di Hollywood, da sempre in prima linea nelle questioni umanitarie, aveva prreso parte alla manifestazione per far sì che la questione della crisi umanitaria nella regione che confina con il Sud Sudan nella zona delle Montagne di Nuba, ricevesse più attenzione di quanto non gliene avessero dato i media in tutto quest’ultimo periodo. Anche per questo motivo ieri George Clooney aveva incontrato il presidente americano Barack Obama alla Casa Bianca per affermare l’importanza di prendere presto una decisione e far sì che la situazione non degnerasse.

http://youtu.be/DJCFewJSbcs

Ed invece l’attore americano è stato arrestato, al pari di tanti altri manifestanti, circa una dozzina, anche loro finiti in manette. Dopo l’avviso della Polizia – che aveva intimato ai protestanti di non oltrepassare una certa linea – sono scattate le manette per George Clooney ed altre persone che sono poi state fatte salire su un mezzo dello U.S. Secret Service per essere poi trasferite in caserma. Chiaramente l’attore è stato rilasciato poco dopo ma il suo arresto ha avuto comunque un valore simbolico: “Certo, essere arrestati è sempre un atto abbastanza umiliante ma se è servito per una giusta causa va bene“, avrebbe detto una volta libero. Adesso George Clooney si augura che l’America intervenga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>