Alessandra Amoroso a cuore aperto su Vanity Fair

di Maris Matteucci Commenta

Alessandra Amoroso si racconta nel numero di oggi di Vanity Fair

E’ una Alessandra Amoroso inedita quella che possiamo apprezzare oggi sul numero di Vanity Fair. La cantante leccese, vincitrice di Amici nel 2009, solitamente è sempre molto discreta, specie quando in ballo c’è la sua vita privata.

Ma per questa volta fa una eccezione e si racconta a cuore aperto: lavoro, amici, fidanzato.


Parte dal suo ultimo album – Cinque passi in più – e racconta che i cinque passi in questione sono quelli che la avvicinano al suo pubblico. Ma con molta cautela perché gli ultimi due anni sono stati molto pesanti per lei. Il successo l’ha travolta e non sempre è riuscita a affrontarlo a viso aperto. Anche perché sentiva una nostalgia incredibile della sua famiglia alla quale la cantante leccese dice di essere legata in maniera quasi morbosa.

ALESSANDRA AMOROSO CRITICATA DA ALFONSO SIGNORINI

Adesso va un po’ meglio anche e soprattutto perché a Roma, dove adesso abita, l’ha raggiunta il fidanzato Luca. La loro è una storia molto carina: stavano insieme da piccoli, poi si sono lasciati per ritrovarsi poco più di un anno fa. Alessandra Amoroso dice che con lui si sente veramente felice anche se non dimentica le sue più care amiche Ilaria e Nicoletta con le quali ancora oggi – pur essendo lei lontana – si sente ogni sera per raccontarsi la giornata.

EMMA MARRONE DIFENDA LA COLLEGA ALESSANDRA AMOROSO

E’ proprio questo aspetto – ovvero non aver perso le amicizie vere, quelle che si porta dietro da anni – che l’ha resa forte e ottimista verso il futuro. Qualora un domani tutto questo successo dovesse svanire, Alessandra Amoroso potrà contare sull’appoggio della sua famiglia che – l’ha sempre affermato – è la sua più grande vittoria.

foto Vanity Fair

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>