Morgan: sono nato per fare il padre

di Maris Matteucci Commenta

Morgan si sente nato per fare il padre: l'ex leader dei Bluvertigo si racconta in una intervista a Vanity Fair

A vederlo, sempre un po’ estroso e fuori dalle righe, si direbbe tutto tranne che la sua vocazione sia quella di fare il padre. Invece Marco Castoldi, in arte Morgan, dice di essere nato per portare a termine questa missione: essere padre, possibilmente di tanti figli.

Il giudice di X Factor 6, ex di Asia Argento, si racconta a Vanity Fair in una intervista nella quale fanno capolino dei lati sconosciuti del suo carattere.


Morgan parte da una consapevolezza: è nato per fare il padre e se fosse stato per lui avrebbe voluto 25 figli. “Possibilmente non da donne diverse perché l’idea della famiglia allargata e felice è una utopia vera e propria“, dice scherzando. Morgan una figlia ce l’ha già e ormai è quasi adolescente: l’ha avuta dalla ex compagna Asia Argento con la quale ha recuperato un buon rapporto dopo anni in cui la tensione con la ex si tagliava con il coltello.

MORGAN RACCONTA COME HA CORTEGGIATO JESSICA MAZZOLI DURANTE X FACTOR

Ma Anna Lou, questo il nome della primogenita, avrà presto una sorellina o un fratellino perché Jessica Mazzoli, l’attuale compagna di Morgan, è incinta e presto partorirà. L’amore tra Morgan e la ex cantante di X Factor 5 è recente: i due si sono infatti conosciuti l’anno scorso quando la ventiduenne partecipava al talent show di Sky come concorrente. E’ stato subito amore a prima vista, come ha dichiarato poi successivamente Morgan, coronato dalla nascita (tra poco) di un bebè.

JESSICA MAZZOLI SOGNA IL MATRIMONIO CON MORGAN

La gravidanza di Jessica Mazzoli è stata ovviamente presa benissimo dall’ex leader dei Bluvertigo che così potrà continuare a portare avanti la sua missione di padre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>