Iva Zanicchi danneggiata da Benigni

di Nadine Chiara Manzoni 1

Dopo l’ esibizione di Povia con la sua contestata e, successivamente, apprezzata canzone

iva-zanicchi

Sono serate scoppiettanti quelle di questa settimana: il festival di Sanremo, oltre a risultare più che soddisfacente riguardo gli ascolti, si sta rivelando molto interessante, polemiche a parte.

Dopo l’ esibizione di Povia con la sua contestata e, successivamente, apprezzata canzone “Luca era gay”, le polemiche investono un’ altra cantante del festival. Questa volta si tratta di uno dei pilastri della musica italiana, Iva Zanicchi, che con la sua canzone “Ti voglio senza amore” ha scatenato nuove discussioni molto animate.


La Zanicchi, esclusa fin dalla prima serata, sostiene di esser stata danneggiata dalle parole espresse dal comico Roberto Benigni. Iva sostiene che sarebbe stato più corretto che l’ esibizione in cui Benigni “sfotte” le parole del suo testo, fosse stata spostata al termine della sua esecuzione: “Gli organizzatori di Sanremo mi hanno fatto una grande scorrettezza: avrei dovuto cantare prima dell’esibizione di Benigni, che ovviamente ha influenzato la giuria popolare per la mia eliminazione”.


La cantante è molto dispiaciuta per come siano andate per lei le cose, considerato che questa era la sua ultima partecipazione al festival. Nonostante la rabbia e la molta amarezza, la Zanicchi non ha intenzione di far ricorso: “Non ho niente da dire e non farò ricorso. Non farò ricorso perché è vero che sono stata danneggiata, ma probabilmente se avessi cantato prima di Roberto mi avrebbero sbattuto fuori comunque”.

Commenti (1)

  1. E’ probabile, ma non certo. Forse l’avrebbero sbattuta fuori
    comunque, ma questo non giustifica la lesa par conditio.
    E proprio perché non è possibile sapere se e in quale misura
    possa essere stata danneggiata, l’ospite è stato scorretto.

    Non sono un’estimatrice della Zanicchi, ma muovo critiche
    non solo contro Benigni:
    http://www.jujol.com/2009/02/28/un-milione-di-ragioni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>