Elisabetta Canalis ha i piedi macchiati

di Fabiana Commenta

La ex velina ha sfoggiato un look impeccabile con delle strane chiazze sui piedi, colpa dell’autoabbronzante steso male

Elisabetta Canalis sta vivendo a suo dire un periodo bellissimo: di certo la sua relazione, montata o no con George Clooney le ha aperto strade inaspettate.

Protagonista anche del gossip statunitense, la ex velina è tornata per qualche giorno in Italia come testimonial della Peta, contro le pellicce anche se non disdegna di indossare borse rigorosamente griffate e ovviamente di pelle.

Elisabetta Canalis contro le pellicce in piazza Duomo a Milano

In qualità di ex fidanzata ufficiale di Clooney, la Canalis ha partecipato allo show televisivo Dancing With The Stars salvo poi essere eliminata alla prima puntata nonostante l’esperienza degli stacchetti sul bancone di Striscia la notizia di qualche anno fa.

Attualmente esce con Mechad Brooks, attore di True Blood con il quale diverte a fare shopping e che ha già presentato agli amici.

Nonostante l’eliminazione da DWTS, la ex velina è rimasta in buoni rapporti con i suoi “amici” e ha partecipato al party della tredicesima edizione del programma.

Eccola arrivare al party, all’apparenza impeccabile, con un minidress scuro asimmetrico che lasciava mostrare le gambe nude, un cardigan di lana pesante, la borsa griffata e le decollete altissime dal tacco vertiginoso e con plateau d’ordinanza. Perfetta? Forse, ma solo all’apparenza.

Il fotografo ha indugiato sui piedi della ex velina che rivelano delle strane macchie.

Sarà l’abbronzatura che ormai va via?

Molto più probabile che si tratti di un autoabbronzante steso maldestramente: la gambe sono abbronzate, ma lo stesso non può dirsi per i piedi che spuntano dalle scarpe e che appaiono bianchi per non dire chiazzati.

Insomma, scivolone di look immortalato da un fotografo spietato.

Foto: fonte Kikapress

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>