Alena Seredova arriva agli Europei 2012 per stare accanto a Gigi Buffon

di Maris Matteucci Commenta

La modella Alena Seredova arriva agli Europei 2012 per stare accanto a Gigi Buffon...

Finora le partite dell’Italia le aveva viste da casa, insieme ai due figlioletti Louis Thomas e David Lee ma dopodomani Alena Seredova, moglie del portiere della Nazionale Gigi Buffon, prenderà un areo che da Praga la porterà dritta a Varsavia.

Così come era successo nel 2006 in Germania per i Mondiali, la modella ceca sarà in Tribuna a tifare azzurro e a sostenere il marito, protagonista nella gara contro l’Inghilterra che ha regalato agli azzurri il pass per i quarti di finale.


Alena Seredova ha spiegato di non aver raggiunto prima Gigi Buffon per problemi di organizzazione.Con due bambini piccoli come Louis Thomas e David Lee spostarsi è faticoso – ha detto nei giorni scorsi in una intervista rilasciata a La Gazzetta – e poi ho una strana sensazione, come quella del 2006: ho deciso di raggiungere mio marito il 28, in occasione delle semifinali“.

ALENA SEREDOVA E’ LA WAG PIU’ ODIATA DEGLI EUROPEI 2012

E così Alena Seredova, giovedì, sarà avvistata allo stadio. Nei giorni scorsi la modella ceca aveva vinto uno speciale sondaggio portato avanti da Stanleybet: secondo un campione di 1250 donne, la moglie di Gigi Buffon era risultata la wag più antipatica dell’intero Europeo 2012, sbaragliando la concorrenza di Cristina De Pin (moglie di Riccardo Montolivo) e Sarah Felberbaum, attrice di successo e compagna da un anno e mezzo del centrocanmpista della Roma Daniele De Rossi.

ALENA SEREDOVA CRITICA L’EDUCAZIONE DI MARIO BALOTELLI

La modella era intervenuta anche sulla questione legata a Mario Balotelli: “Andava raddrizzato da piccolo“, le parole della Seredova che hanno destato particolare stupore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>