Stefania Bivone torna a Sinopoli per festeggiare la vittoria di Miss Italia

di Maris Matteucci Commenta

Stefania Bivone è attesa domenica a Sinopoli per festeggiare la vittoria di Miss Italia con i suoi compaesani

L’appuntamento è per domenica 2 ottobre, in piazza del municipio a Sinopoli, dove Miss Italia 2011 Stefania Bivone farà rientro per festeggiare insieme ai suoi compaesani la prestigiosa vittoria di Miss Italia.



La reginetta di bellezza 2011 non è ancora tornata nella sua terra, la Calabria, perché nei giorni subito successivi alla proclamazione (avvenuta lunedì scorso) si è divisa tra un’intervista e l’altra. Adesso che la prima settimana è passata, però, la diciottenne di Sinopoli con la passione per il canto è pronta a fare rientro nel suo paese dove ad attenderla ci sarà il primo cittadino Luigi Chiappalone, al settimo cielo perché il paese di cui è sindaco torna per una volta ad essere al centro dell’attenzione mediatica.

STEFANIA BIVONE OSSESSIONATA DALL’ALTEZZA

Stefania Bivone ha sbaragliato la concorrenza delle sessanta finaliste giunte a Montecatini Terme (dove quest’anno si è celebrato per la prima volta il concorso) grazie non soltanto alla sua bellezza – che è sotto gli occhi di tutti – ma grazie anche ai suoi modi garbati e maturi. Nonostante abbia solo diciotto anni (è nata il 15 maggio del 1993) Stefania Bivone ha i piedi ben saldi per terra.

La vittoria di Miss Italia le ha ovviamente fatto piacere ma gli obiettivi della ragazza di Sinopoli sono altri: finire gli studi, per esempio, e continuare a coltivare il canto che rimane una delle sue più grandi passioni. Intanto domenica, alle 17, un intero paese sarà ad attenderla per festeggiare insieme la corona di Miss Italia. Dopodiché cominceranno gli impegni veri, che per un anno la terranno probabilmente lontana da casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>