Patricia Abravanel, ecco chi è la presunta amante di Pato

di Maris Matteucci Commenta

Patricia Abravanel, ecco chi è la presunta amante di Pato

Patricia Abravanel

La notizia del presunto tradimento di Alexandre Pato ai danni di Barbara Berlusconi ha fatto inevitabilmente il giro del web. Normale, d’altronde, visto che entrambi sono personaggi molto in vista: lui perché per anni ha militato nel Milan, lei perché del Milan è parte integrante (è figlia del patron rossonero Silvio Berlusconi).

E così, all’indomani della notizia del presunto tradimento di Pato, ecco che il nome di Patricia Abravanel è oggi super ricercato sul web. E così andiamo a vedere chi è la brasiliana che avrebbe fatto perdere la testa all’attaccante ex Milan.


Patricia Abravanel è nata a San Paolo, il 4 ottobre del 1979. Facendo un rapido conto, dunque, anche stavolta Alexandre Pato punterebbe su una donna molto più grande di lui visto che l’attaccante è classe 1989. Figlia del presentatore televisivo ed imprenditore Silvio Santos, anche Patricia Abravanel lavora nel campo della televisione.

La popolare conduttrice brasiliana ha un matrimonio fallito alle spalle: quello con l’impresario Phillipe Carrasco durato sei anni e terminato nel 2010 quando i due hanno deciso di separarsi. Dopodiché, Patricia Abravanel è stata fidanzata con un altro uomo particolarmente potente, Marcos Faria Lamacchia, ma anche con lui non è andata meglio: la storia è terminata nel 2012. Adesso la conduttrice tv starebbe filando con Alexandre Pato.

Con lui, secondo i rumors che rimbalzano da San Paolo e che sono stati riportati in anteprima dal sito brasiliano R7, la Abravanel sarebbe stata avvistata più volte anche se per il momento si tratta di indiscrezioni non confermate, anzi: i diretti interessati hanno già minacciato di querelare coloro che avrebbero messo in giro voci del tutto infondate.

Sulla vicenda del presunto tradimento di Pato, non è intervenuta Barbara Berlusconi che ha preferito non alimentare il gossip evitando di rilasciare dichiarazioni che potrebbero essere fraintese. La vicenda presenta insomma ancora lati oscuri…

foto facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>