Barbara D’Urso racconta la sua infanzia difficile in un libro

di Maris Matteucci 1

Barbara D'Urso si racconta in un libro edito da Mondadori

La popolare conduttrice di canale 5 Barbara D’Urso si racconta a cuore aperto in un libro – Tanto poi esce il sole, edito da Mondadori – che uscirà presto (il 22 novembre) in libreria. Amori passati, figli, amicizie e una infanzia non troppo felice: sono questi essenzialmente gli argomenti ripresi dalla presentatrice napoletana che su Chi racconta quanto sia stato difficoltoso rimettere insieme i ricordi di un passato che le fa ancora male.


Di una cosa Barbara D’Urso va fiera: di quel sorriso uguale a sua madre che non l’abbandona mai, anche quando la vita sembra riservarle solo un futuro in salita. La madre, lei, l’ha persa quando aveva appena 11 anni, dopo quattro lunghi anni di malattia. Nel libro Barbara D’Urso racconta di nuovo quei momenti e confessa cosa è che la fa stare male: il non avere ricordi belli di sua madre.

Era troppo piccola quando lei si è ammalata (appena 7 anni) e non ha avuto tempo per mettere a fuoco gli aspetti positivi di quella donna che ancora oggi porta forte nel cuore. Ecco perché, prima di scrivere il libro, ha fatto visita ai suoi parenti nel tentativo di recuperare fotografie e racconti che potessero in qualche modo farle conoscere meglio la madre. E da quei racconti, dice la D’Urso, ha capito di assomigliarle molto. Per esempio nella severità con la quale ha tirato su i suoi due figli – Giammauro e Emanuele, rispettivamente di 23 e 21 anni – cresciuti da sola (la relazione con il padre dei ragazzi è finita quando loro erano molto piccoli).

Ma nel libro non si parla solo del rapporto con la madre ma anche di quello con il padre, spesso burrascoso. Un rapporto difficile, dice la conduttrice, con un uomo che spesso, quando sentiva di perdere il controllo sulla figlia, diventava violento. Barbara D’Urso nonostante tutto non lo condanna e oggi dice di essere riuscita comprenderlo, seppur con fatica. Il suo sguardo si illumina quando anticipa il capitolo relativo ai suoi due figli che, come per ogni mamma che si rispetti, sono la sua unica ragione di vita.

Commenti (1)

  1. Io non ho capito, se Barbara D’Urso a 11 anni era (mi spiace)orfana, chi era la signora che lei chiamava mamy e che le aveva scritto una lettera durante un collegamento video nell’ultima trasmissione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>