Simona Ventura vuole Silvio Berlusconi

di Stefania Russo Commenta

Non sappiamo se stesse o meno scherzando, fatto sta che la conduttrice Simona Ventura nel corso di un intervento alla trasmissione di Radio 2..

simona ventura

Non sappiamo se stesse o meno scherzando, fatto sta che la conduttrice Simona Ventura nel corso di un intervento alla trasmissione di Radio 2 “Un giorno da pecora” alla domanda “quale politico le piacerebbe partecipasse alla prossima edizione dell’Isola dei famosi?” ha risposto “anzitutto il premier Silvio Berlusconi“.

Il clima della trasmissione era senza scherzoso ma è probabile che la Ventura se avesse l’opportunità sceglierebbe davvero il premier, se non altro per il suo carisma e per la capacità che ha di far parlare di se.


Nel corso della trasmissione la conduttrice ha confermato la presenza di Claudia Galanti alla settima edizione del reality ma non ha rivelato i nomi degli altri concorrenti, ha dato solo alcuni indizi. Ad esempio ha detto “fuochino” quando è stato citato il nome di Pamela Prati, ha detto “acqua” per Cicciolina mentre quando si è parlato di Monsignor Milingo ha limitato la sua risposta ad una risata.


Come di consueto, oltre all’Isola dei famosi la Ventura condurrà anche “Quelli che il calcio” insieme all’ex marito Stefano Bettarini ma è del tutto improbabile un ritorno di fiamma tra i due che continuano ad avere un rapporto pacifico per il bene dei loro figli e ora anche per non compromettere le opportunità lavorative di entrambi.

Del resto Simona Ventura al momento è impegnata sentimentalmente con Alberto Marcuso, meglio noto come il figlio di Salvatore Mancuso, attuale vice presidente della Cai. Prima di lui la conduttrice ha avuto una storia con Silvio Sardi che è naufragata per via della lontanaza visto che lui vive a Miami e lei in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>