Aida Yespica è stata lasciata dal marito con un sms

di Fabiana Commenta

La showgirl sarebbe stata lasciata dal neo marito con un breve sms: all’origine della rottura forse un tradimento…

Nell’era di degli smartphone e di internet la comunicazione viaggia sul filo della tecnologia ed è necessario accettare anche essere scaricati con un sms. Sembra che è quello che è accaduto proprio ad Aida Yespica, la showgirl venezuelana scaricata dal marito dopo un matrimonio lampo e durato appena tre mesi.

Aida Yespica aveva sorpreso tutti sposando a sorpresa a Las Vegas il ricco avvocato sudamericano Leo Gonzales parlando della sua gentilezza e dicendo chiaramente che si trattava dell’uomo della sua vita. Evidentemente così non è stato per lui.

A lanciare la notizia della fine del matrimonio era stata Selvaggia Lucarelli, ma Aida Yespica l’aveva subito smentita spiegando che suo marito si trovava negli Stati Uniti accanto al figlio in ospedale, vittima di un grave incidente. La situazione certamente aveva creato delle tensioni fra la coppia di sposi, ma tutto sembrava essere risolto.

Aida aveva annunciato che si sarebbe presto trasferita a Londra con il figlioletto Aron per stare accanto al marito. Poco dopo però è tornata a Milano: il matrimonio con Gonzales è davvero finito e alcuni amici della showgirl gettano una luce nuova sulle modalità. Secondo Novella 2000, Gonzales avrebbe scritto alla ex moglie un sms con un testo conciso, ma chiaro (“Aida, è finita”).

E secondo le indiscrezioni alla base della rottura ci sarebbe un tradimento da parte della showgirl. Aida avrebbe tentato di avere in incontro con Leo per un chiarimento facendo intervenire anche l’amica comune Claudia Galanti.

Aida Yespica è stata lasciata dal marito

Nulla da fare invece: il matrimonio è finito e lei se ne torna a Milano con il figlio. Intanto posta su Twitter una foto in cui indossa un microabito che mette in evidenza le curve (scattata forse in Venezuala) confermando a tutti di essere tornata (in un modo o nell’altro) single…

foto Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>