Belen Rodriguez offende il popolo di internet

di Maris Matteucci Commenta

Belen Rodriguez offende il popolo di internet perché stufa di essere continuamente attaccata...

Belen Rodriguez si scaglia contro il popolo di internet in una intervista rilasciata al settimanale Diva e donna.

La showgirl argentina si definisce stufa di tutto il gossip che da sempre la perseguita e definisce “pazzi e cretini” coloro che non aspettano altro che un suo passo falso per poter sparlare a andare giù pesante contro di lei.


Belen Rodriguez è sempre stata nell’occhio dal ciclone: d’altronde, quando stai con uno come Fabrizio Corona, risulta difficile rimanersene defilata. Ma la showgirl è stata criticata ancora più pesantemente per la nascita della storia con il ballerino Stefano De Martino che all’epoca stava insieme ad Emma Marrone. Belen è stata definita una sfasciafamiglie e per lei il pubblico ha riservato per mesi solo fischi.

BELEN RODRIGUEZ OFFENDE I FANS 14ENNI DI EMMA MARRONE

Una situazione che l’ha ferita moltissimo: “Certo che questa situazione mi ha ferito, è veramente difficile accettare di essere giudicata per la professionalità, non perché conduci bene o male un programma, perché fai bene o male il tuo lavoro, ma per quello che fai nella vita privata“.

Nonostante sia consapevole che essere un personaggio pubblico voglia dire anche questo, Belen Rodriguez non si arrende: “E’ normale che si parli di me ma non è normale che, 24 ore su 24, io debba essere giudicata per la mia vita privata. Io non modifico la mia vita per far piacere ai quei pazzi e cretini che su internet si divertono a giudicare e insultare“. Un attacco frontale al mondo del web, insomma. Proprio questa estate l’argentina aveva detto di essere finalmente riuscita a disintossicarsi da internet e per questo aveva anche lasciato volutamente il computer a casa…

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>