Francesca Cipriani chiede risarcimento di 150mila euro per il lato b danneggiato

di Fabiana Commenta

L’ex pupa chiede un risarcimento di 150 mila euro dopo un intervento di chirurgia estetica malriuscito al lato b

Francesca Cipriani, bionda maggiorata del Grande Fratello, della Pupa e il Secchione, nonché protagonista delle cene di Arcore in casa dell’ex premier Silvio Berlusconi, deve senza dubbio la sua popolarità alle sue straripanti forme.

L’ex pupa non ha mai nascosto di essere più volte sottoposta a diversi interventi di chirurgia estetica per esaltare alcuni aspetti del suo fisico, ma già da qualche tempo aveva lanciato precise accuse nei confronti del chirurgo che le avrebbe danneggiato il lato b.

La Cipriani infatti sostiene che un intervento di chirurgia estetica ai glutei effettuata da un chirurgo brasiliano le avrebbe rovinato irrimediabilmente il lato b, compromettendo la carriera nel mondo dello spettacolo.

L’intervento sarebbe stato condotto all’interno di una clinica milanese, lo scorso 2 dicembre 2010 e la showgirl o aspirante tale ha deciso di dare il via alla battaglia legale per chiedere un sostanzioso risarcimento per le sue sfortune. Francesca Cipriani sostiene che lo stesso chirurgo avrebbe riconosciuto l’errore causando un’invalidità pari al 22%.

La compagnia assicuratrice del chirurgo avrebbe offerto alla soubrette un risarcimento 50 mila euro, ma Francesca, tramite il suo avvocato, Giampaolo Cicconi, ha precisato che non intende accettare una cifra del genere chiedendo invece un risarcimento di 150mila euro. La querelle in realtà va avanti già da un bel po’ di tempo, ma la soubrette non si arrende.

Francesca Cipriani denuncia il chirurgo

Solo lo scorso agosto le protesi del lato B della soubrette erano scoppiate per la terza volta consecutiva costringendola a un nuovo ricovero in clinica. La showgirl già allora aveva raccontato per le protesi erano state malposizionate fin dall’inizio e una aveva cominciato a scendere creando una fastidiosa asimmetria.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>