Sara Tommasi ancora nuda (e censurata) nel nuovo video per Luigi Alfonso Marra

di Fabiana Commenta

La showgirl appare completamente nuda nel nuovo video contro il signoraggio bancario: poco dopo il sito viene oscurato

Sara Tommasi è ancora nuda. La showgirl laureata in Economia e Commercio alla Bocconi è apparsa per l’ennesima volta nel nuovo video per Luigi Alfonso Marra (suo ex? Suo compagno? Chissà…).

Nel video Sara appare completamente nuda (e sai la novità) con tanto di sottofondo musicale, e comincia a elencare una serie di frasi imparate a memoria tenendo bene in vista il libro dell’avvocato.

Foto Sara Tommasi senza slip in centro a Roma

Sara continua a elogiare Marra e la sua battaglia contro il signoraggio bancario e poi tira in ballo anche Casini mostrando un video dell’onorevole che si dichiara proprio a favore di Marra.

Nel video però stavolta la showgirl, nonché ex concorrente de L’Isola dei Famosi, aggiunge anche altro accusando in pratica le persone di non essere abbastanza generose: insomma la gente fa schifo ed è sua la colpa di come si sia ridotta la società.

Di certo Sara non ha paura di nulla e continua orgogliosa il suo ruolo di testimonial per la battaglia contro il signoraggio bancario, accusando nel suo monologo il premier Monti, e Draghi, Visco e il Circolo Bilderberg, erroneamente chiamato. Billberg.

Sara Tommasi nuda, tutte le foto della serata in via Veneto a Roma: ancora provocazione?

E che sarà mai: probabilmente Sara avrà ricordato male o si sarà trattato di un semplice refuso di battitura.

Qualcosa però non deve aver funzionato stavolta perché poco dopo il video, pubblicato sul sito StopBanche.com, è stato rimosso e il sito è stato immediatamente sospeso

Forse Sara dovrebbe imparare che la vera trasgressione sarebbe quella di rimanere vestita. Almeno una volta tanto.

Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>