Marco Bocci, con il matrimonio ho preso un impegno, ed è giusto così

di Fabiana 785 views0

Se solo pochi giorni fa Laura Chiatti scriveva su Instragram che ha festeggiato il più bel compleanno della sua vita grazie al marito Marco Bocci e al figlioletto Enea, è anche vero che forse non avrà gradito troppo l’ultima intervista dell’attore.

A Vanity Fair Bocci ha detto chiaramente di non essere un tipo che creda molto nei contratti a tempo indeterminato, nel lavoro come nei rapporti personali, matrimonio incluso ovviamente.

Con il matrimonio ho preso un impegno,ed è giusto così.

Ha detto l’attore intervistato da Vanity Fair non dando affatto per scontato che l’amore duri per sempre. Anche da un punto di vista professionale l’attore sembra essere un po’ irrequieto.

Sono un passionale, non mi adagio mai. Per esempio, come artista non posso avere un contratto a tempo indeterminato: finché devo dimostrare sul campo ciò che valgo, è una buona cosa, perché c’è quella che io chiamo “rogna”, la voglia di fare che dà il passo in più. Passano lavori, vita, eventi, cose, cerchi di farne tante e non ti rendi conto, ti volano via in un attimo. Poi magari ti fermi e… Mi piacerebbe essere psicologicamente fermo, godermi ciò che ho e rilassarmi. Invece non riesco a vivere nel presente, penso subito a quello che devo fare fra venti minuti.

LAURA CHIATTI, DEDICA D’AMORE A MARCO BOCCI E AD ENEA

Ha detto l’attore che adesso forse dovrebbe fermarsi e godersi quello che è riuscito a costruire. Bocci sta vivendo un momento particolarmente felice della sua vita: la carriera professionale gli consente di alternare televisione, cinema e teatro e dal un punto di vista privato può godersi una bellissima famiglia formata con la moglie Laura Chiatti e il piccolo Enea di cinque mesi.

Photo Credits | INSTAGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>