Kate Hudson, è difficile far durare una relazione

di Fabiana 86 views0

Bella, bionda, ricca e famosa e con qualche normalissimo problema di tipo relazionale. Insomma sotto questo profilo, l’attrice americana Kate Hudson è una donna come tutte le altre che ammette quanto sia difficile mantenere in piedi una relazione sentimentale felice e appagante.

Far durare una relazione è la cosa più difficile” ha rivelato l’attrice intervistata da Self. Si tratta di un lavoro come tutti gli altri, se non addirittura più impegnativo. “È qui che ti trovi faccia a faccia con te stessa. E se riesci ad accettare il fatto che tutti abbiamo dei difetti, e a lavorarci su, allora potrai avere una storia davvero bella e duratura”.

L’attrice insomma fa il punto della situazione (o meglio della sua relazione) con il suo compagno, Matthew Bellamy, il cantante dei Muse. La relazione ormai va avanti da quattro anni e in questo lasso di tempo la coppia non solo ha pensato alle nozze (senza sposarsi davvero), ma ha anche avuto un figlio, Bingham. Nonostante siano sempre apparsi molto complici e innamorati però, qualche tempo fa hanno attraversato un periodo difficile che li ha quasi portati vicino alla rottura.

Adesso la crisi sembra essere superata e Kate Hudson racconta che i suoi modelli di riferimento sono ovviamente la madre Goldie Hawn e il suo compagno Kurt Russell che fanno coppia fissa da ben 30 anni. L’importate secondo l’attrice è condividere gli stessi valori e impegnarsi in tutti i modi per cercare di essere felici. Essere felici però è una pratica che va coltivata giorno per giorno… non possono mancare neppure le amiche, sue fedeli compagne anche nei momenti di sventura come le ha insegnato mamma Goldie che le ha sempre detto di onorarle perché le amiche restano e gli uomini vanno e vengono. Sagge parole.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>