Nadia Rinaldi è dimagrita di 75 chili, ecco perché

di Gianni Puglisi 525 views0

Nadia Rinaldi è dimagrita di 75 chili. Sì, avete capito bene. Una dieta drastica per l’attrice che oggi racconta come ha fatto a perdere così tanto peso. Una scelta ben ponderata che Nadia Rinaldi ha raccontato durante l’ospitata di ieri a Pomeriggio 5, programma condotto da Barbara D’Urso.

L’attrice dice di avere ovviamente seguito un regime alimentare equilibrato e di essersi affidata a tanto esercizio fisico, in particolare la piscina, sport che aveva cominciato a praticare durante la trasmissione Jump, nella quale si cimentava da difficili tuffi dal trampolino. L’esperienza nel talent di canale 5 è durata poco (è stata tra le prime ad essere stata eliminata) però le è servita parecchio (anche perché si dice che proprio grazie alla sua partecipazione ha trovato anche l’amore, quello per il compagno di tuffi Ivano Marino). E proprio grazie allo sport e a tanta costanza, Nadia Rinaldi ha cominciato piano piano a perdere peso fino ad arrivare a pesare 75 chili in meno. Ma quando e perché le è scattata la famosa molla che l’ha convinta a cominciare una dieta?

L’attrice racconta di avere preso quella decisione dopo l’ultimo tradimento dell’uomo che frequentava: avvenimento che, ovviamente l’ha fatta molto soffrire. Così insieme al figlio Riccardo, Nadia Rinaldi si è rimboccata le maniche e ha cominciato a fare molto sport. E questa tattica pare avere funzionato visto che, non essendo più una teenager, Nadia Rinaldi ha dovuto faticare molto per avere la meglio su di un metabolismo rallentato, come capita a tutti mano a mano che si va avanti con l’età. Oggi l’attrice si dichiara felice per i risultati ottenuti che la fanno sentire nuovamente a posto con se stessa e con il suo corpo. Ed in effetti ieri, a Pomeriggio 5, l’attrice ha dato dimostrazione di stare vivendo un periodo particolarmente felice…

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>