Gianluca Grignani ubriaco rovina il concerto di Omar Pedrini

di Fabiana 236 views0

 Ci risiamo. Gianluca Grignani ci è ricascato: ha bevuto troppo, ha alzato decisamente troppo il gomito e ha rovinato il concerto dell’amico Oscar Pedrini. L’ex leader dei Timoria, che da anni porta avanti la sua carriera da solista, ieri sera doveva esibirsi alla Latteria Molloy di Brescia, in occasione della prima tappa del tour legato al lancio dell’album Che ci vado a fare a Londra?

Le cose però non sono andate come previsto dato che Grignani è salito sul palco e ha rovinato il concerto. Secondo il Corriere di Brescia, Gianluca Grignani si sarebbe presentato sul palco con gli occhiali da sole con un tamburello per accompagnare l’amico sulle note del singolo Che ci vado a fare a Londra? primo estratto dall’omonimo album. Peccato che poi si sia immediatamente interrotto per cominciare a pronunciare frasi senza senso.

“Sì sono ubriaco” ha ammesso Grignani di fronte al pubblico e a quel punto, dopo avere avuto a che dire anche il batterista del gruppo, è stato anche invitato a scendere dal palco. 
Omar Pedrini ha preso la cosa con filosofia e ha pubblicato il video sulla sua pagina Facebook ufficiale scrivendo “Gianluca…“ e mostrando comprensione per l’amico che di recente è stato colpito da un grave lutto familiare.

Pedrini ha cercato di giustificare il comportamento di Grignani e la sua dipendenza dall’alcool. “Per molti artisti l’alcool è un anestetico per le inquietudini dell’anima. La cosa difficile da fare è di confinarlo nel proprio privato, a volte c’è chi non ci pensa o non ci riesce…”.

Insomma, archiviato l’incidente, l’invito da parte di Omar Pedrini è stato semplicemente quello di dare l’appuntamento alla prossima data del tour. Ecco il video. A voi giudicare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>