Maria De Filippi: lacrime e commozione a L’Intervista

di Anna Maria Cantarella 1.143 views0

Questa volta è Maria De Filippi a commuoversi e a farsi sfuggire persino qualche lacrima. Lei, la regina della tv, da sempre abituata ad avere a che fare con le emozioni degli altri, questa volta si è lasciata andare ad una confessione libera e molto profonda che ha toccato temi importanti della sua vita come la famiglia, i genitori, il figlio Gabriele e la storia d’amore con Maurizio Costanzo. All’interno del salottino a forma di cubo de L’Intervista, dove le immagini sono più grandi degli ospiti, Maria ha più volte trattenuto le lacrime, la voce rotta, mentre ha ripercorso insieme al marito i momenti più importanti della sua vita e quelli più significativi del matrimonio con Costanzo.

> MARIA DE FILIPPI, LAVORO PERCHE’ SONO STATA RACCOMANDATA

E’ iniziata con un filmato forte L’Intervista per Maria De Filippi che si è subito trovata di fronte le immagini dei suoi genitori, deceduti, e della sua giovinezza a Pavia:

Papà? Ero molto coccolona con lui. Era più dolce di mamma, era grasso come te. Da piccolina, mi poggiavo sulla sua pancia, lo pettinavo. Quando si è ammalato, avevo 28 anni. E’ stata dura perché non ero preparata. Ha vissuto una malattia tosta. E’ stato un anno e mezzo in rianimazione. Non è stato facile. Mia mamma era una persona molto determinata. Ha contato tantissimo la sua educazione, per me. Nell’ultimo periodo, si era molto addolcita. Era diventata affettuosa. Aveva un gran senso del pudore, molto intelligente.

E su Gabriele, 26 anni, adottato nel 2004, Maria ha espresso parole di stima confessando di non essere prodiga di complimenti con suo figlio:

È una cosa bella, un ragazzo intelligente, pulito, onesto, mi stupisce ogni giorno di più. E io non sono prodiga di complimenti, lo sai… lui queste cose le sente per la prima volta adesso. Ha un solo un difetto di cui però non parlo, lui sa. Ma sono certa che sarà un bravo padre, e anche un buon marito, è uno fedele”.

> MARIA DE FILIPPI, ERO INVADENTE MA MIO FIGLIO MI HA STOPPATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>