Maria De Filippi, lavoro perché sono stata raccomandata

di Fabiana 2.294 views0

La potentissima Maria De Filippi, regina indiscussa della televisione italiana e tritacarne degli ascolti ammette di essere una raccomandata.

Ebbene sì: la “confessione” è arrivata come un fulmine a ciel sereno nel corso dell’ultima puntata di Tu sì que vales, lo show del sabato sera di Canale 5 prodotto dalla sua società che la vede impegnata nel ruolo di giudice.

Per fare la conduttrice occorrono fortuna e, detto francamente, anche raccomandazioni. Senza mio marito non sarei riuscita a fare il lavoro che faccio. Questa è una professione che ti consente di guadagnare molto e di lavorare non troppo.

Ha detto la De Filippi commentando l’esibizione di una delle concorrenti della trasmissione, Isabella Intagliata. La donna ha rivelato il suo sogno nel cassetto (condurre Sanremo), ma la sua performance non ha convinto affatto i giudici e soprattutto Mara Venier. A spiazzare tutti però ci ha pensato proprio Maria De Filippi che ha commentato la sua ascesa al “potere”. La sua confessione ha ottenuto ha ottenuto però consensi dal pubblico che ha gradito la sincerità della sua eroina, protagonista assoluta di Mediaset con Uomini e donne, Amici, Tu sì que vales o Temptaion Island (solo per citarne alcuni) e così potente da rifilare nei vari programmi Mediaset i suoi protetti (da Andrea Damante, ex di Temptation Island ora spacciato come Vip nella versione deluxe del Grande Fratello) alla stessa Belen o a Stefano De Martino tanto per fare qualche esempio. Ma a difendere la confessione della De Filippi è intervenuta immediatamente Mara Venier.

MARIA DE FILIPPI, CREDO DI ESSERE STATA TRADITA DA MAURIZIO COSTANZO

Senza tuo marito forse non ci saresti riuscita, ma quello che è venuto dopo è merito tuo. È necessario avere talento e tu ce l’hai. Senza, non saresti arrivata da nessuna parte.

Si è precipitata a dire la Venier che deve proprio alla De Filippi la sua nuova rinascita professionale in Mediaset. È stata Maria De Filippi a volerla nei suoi programmi dopo che la Venier era stata mandata via dalla Rai. E il minimo che la Venier potesse fare era forse difendere la potente conduttrice.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>