Marco Mengoni scherza sulla sua presunta omosessualità

di Maris Matteucci Commenta

Da tempo, ovvero da quando è diventato uno degli artisti più in voga del panorama musicale italiano, Marco Mengoni è al centro del chiacchiericcio. Il suo essere un tantino stravagante (nel look e negli atteggiamenti) ha portato i gossippari a pensare che potesse essere omosessuale.



Lui non ha mai dato troppo peso a queste voci ed anzi, quando possibile ha rincarato la dose: la sua carriera è stata finora sempre sul filo dell’ambiguità, come lui stesso ha ammesso. E adesso, a pochi giorni dall’uscita del suo nuovo singolo che sta già scalando le classifiche, Marco Mengoni si concede in una intervista al settimanale Vanity Fair, scherzando proprio sulla sua presunta omossessualità. Con fare molto tranquillo il cantante di Viterbo, che ha dato il via alla sua carriera dopo aver vinto la terza edizione di X Factor, si dichiara divertito da queste voci. E poi, con il sorriso sulle labbra, fa capire che mai svelerà questo aspetto privato della sua vita: d’altronde, come lui stesso ammette nell’intervista, da sempre ha giocato sull’ambiguità del suo personaggio… dunque sarebbe stupido confessarlo e mettere a tacere i chiacchiericci! Allo stesso tempo però il cantante fa sapere di essere rimasto “traumatizzato” da alcune situazioni, per esempio quando dopo un concerto di ritrova ragazzine urlanti fuori dal camerino che farebbero di tutto per lui (e gli crediamo!).

Insomma i curiosi possono mettersi l’anima in pace, Marco Mengoni non dirà mai mezza parola in più sulla sua vita privata. Un ragionamento che non fa una piega anche se siamo sicuri che il ventiquattrenne di Viterbo sarebbe apprezzato lo stesso per quella voce particolare che, fino ad ora, lo ha portato ad essere uno dei giovani artisti più apprezzati nel nostro paese.

foto ripresa da musica.excite.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>