Sara Tommasi rivela di essere bisessuale

di Maris Matteucci 1

Sara Tommasi rivela di essere attratta anche dalle donne

Continua ad essere al centro del gossip Sara Tommasi che alterna streap tease più o meno criticabili a rivelazioni hot sulle sue abitudini sessuali.

Dopo aver rivelato di fare sesso anche cinque volte al giorno insieme al suo (ex) fidanzato Alessandro Verga Ruffoni Menon, la showgirl laureata alla Bocconi rincara la dose ed in una intervista rilasciata per Libero Tv rivela di essere bisessuale.


Che sia una trovata pubblicitaria o no non lo sappiamo. Fatto sta che Sara Tommasi non sa davvero più che cosa fare per far parlare di sé. Dopo aver dichiarato di voler cambiare drasticamente vita (per questo si dilettava a fare la fidanzatina modello al fianco di Verga Ruffoni), Sara Tommasi è tornata ad essere quella che siamo stati abituati a vedere ovvero una donna sempre al limite.

SARA TOMMASI SENZA VELI PER NEW LOOK

Così dopo la partecipazione al video di Alfonso Luigi Marra (suo attuale fidanzato) nel quale appariva come mamma l’ha fatta, la ex naufraga dell’Isola dei Famosi ha pensato bene di farsi vedere senza slip per le vie del centro di Roma dove aveva presenziato ad un convegno – udite udite! – sulla finanza. Strano ma vero, la showgirl era stata invitata ad intervenire come esperta di finanza laureata alla Bocconi.

FOTO SARA TOMMASI SENZA SLIP A ROMA

E così dopo lo spogliarello romano ecco la ennesima dichiarazione sulle sue abitudini sessuali. Intervistata per Libero Tv, Sara Tommasi ammette “di provare attrazione anche per le donne” e lascia intendere di essere bisessuale. Chissà perché ma qualcosa ci fa pensare che sia l’ennesimo tentativo di farsi pubblicità…

Commenti (1)

  1. Marra: Cara Selvaggia, Sara è pornografa, Gruber è Bilderberg: chi credi sia meglio?

    «Cara Selvaggia, premesso che sai che ti sono affezionato e ti stimo, sto scrivendo in questi giorni un complesso documento sul tema dell’abiezione come cultura di fondo che domina ogni cittadino del regime, uomo o donna che sia, salvo non sia un dissidente.
    Un’abiezione frutto dell’influsso della depravazione consumistica sulla cultura di base dell’occidente, che è il dogmatismo monoteistico ebraico cristiano.
    La mia conclusione è che ogni occidentale ha come cultura di fondo l’abiezione, che però in alcuni è attiva, in altri è passiva, in altri ancora è subita ecc.
    Ora, secondo me, le forme di abiezione più riprovevoli non sono sempre le più perniciose dal punto di vista degli effetti sociali, con il risultato che Ilenya (quella di cui a La fase di Ilenya), o Sara, pur soccombenti dinanzi alla pressione della pseudo cultura vigente, sono culturalmente benefiche, perché inducono l’idea della necessità del cambiamento, mentre Gruber è perniciosa, perché con la sua apparente irreprensibilità, ‘fa tendenza’, ovvero concorre a omologare l’idea che il Bilderberg sia una cosa ‘normale’, laddove è la radice del male.
    Inoltre, sono costernato per questa vicenda del porno di Sara, che ovviamente non ha proprio nulla a che fare con il nudo che ho usato io per un fine di così alto rilievo morale e sociale come quello di abbattere il signoraggio.
    Video, i miei, che oltretutto l’avrebbero enormemente avvantaggiata, perché quando il signoraggio avesse cessato di essere tabù (e cesserà di esserlo: lo prometto alla società!), Sara avrebbe in un modo o nell’altro dovuto raccogliere il riconoscimento per aver contribuito a questa guerrà, oltre che nobilissima, essenziale per poter superare la barbarie economica e morale che schiaccia oggi l’economia e la civiltà.
    Cionondimeno, finanche ora, premesso che aborro la cocaina, la pornografia, l’eventualità che abbiano usato la cocaina per indurre Sara al porno ecc., resto dell’idea che l’esempio di Gruber è pernicioso, mentre quello di Sara è distruttivo per lei stessa, ma comunque funzionale alla sconfitta del signoraggio.
    Perché il signoraggio è un argomento di una tale gravità che non ha senso temere che possa essere ‘screditato’, perché può essere solo occultato, e nel momento in cui le decine di milioni di italiani che ora dicono questa parola senza capire di cosa si tratta, capiranno, ti assicuro che saranno tutti con Sara e tutti contro Gruber..

    Gino Marra»

    Ufficio Stampa Pas-FermiamoLeBanche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>