I 5 film per tutti da vedere in famiglia a Natale 2019

di Gio Tuzzi 344 views0

I nostri bambini spesso non conoscono i film che ci hanno fatto divertire quando eravamo giovani, così come noi non conosciamo quei film che fanno divertire loro. Allora perché non approfittare di una serata di pioggia per prendere una pizza e condividere un po’ di emozioni? Ecco i 5 film per tutti che potremmo vedere insieme a Natale 2019 per ridere e, perché no, commuoverci.

Film per tutti

I Goonies, un film d’avventura per tutti

Il film d’avventura del 1985 trae il suo nome dal quartiere di Goon Docks, dove abita il gruppo di 4 ragazzi protagonisti della storia. I giovani si fanno chiamare Goonies, che nello slang americano vuol dire “sfigati”. Un giorno, i ragazzi, che stavano curiosando nella soffitta di uno di loro, trovano un’antica mappa del tesoro del pirata Willy l’Orbo. I ragazzi decidono allora di andare a cercare il tesoro che può evitare lo sfratto dalle loro case. I giovani si dirigono quindi verso un ristorante abbandonato sulla costa, ma che era il nascondiglio di una famiglia di criminali, la Banda Fratelli, che aveva incatenato Sloth, il membro della casata deforme.

Inseguiti dalla banda di criminali, i ragazzi dovranno affrontare prove tremende e le loro più recondite paure, incontrando trabocchetti ed enigmi da risolvere con coraggio. Questo è senza dubbio uno dei film per tutti da vedere assolutamente.

Jumanji

Un altro film d’avventura del 1995 che ha come protagonista un gioco a dadi: Jumanji. Nel 1969 questo gioco viene recuperato da Alan, che inizia a giocarci con la sua amica Sarah mentre sono soli in casa.

Al primo lancio di dadi, Alan viene risucchiato all’interno del gioco, mentre Sarah fugge via inseguita dai pipistrelli. Ventisei anni dopo, la casa di Alan viene acquistata dalla zia di Judy e Peter, due bambini orfani. I due bambini scoprono il gioco grazie ad un misterioso rullo di tamburi, e il lancio di dadi libera vespe giganti, scimmie dispettose, un leone ed Alan che, dopo tanti anni, fa ritorno a casa.

Per poter rimettere le cose a posto non c’è altra soluzione che terminare il gioco, per questo Alan cerca Sarah e la convince a finire di giocare. Tra cariche di elefanti e rinoceronti, inondazioni e liane giganti, i giocatori riusciranno a completare il percorso del tabellone e, pronunciando la parola Jumanji, Alan riuscirà a tornare nel 1969.

Chi ha incastrato Roger Rabbit

Divertentissimo del 1988 ambientato in una Hollywood del 1947 dove cartoni animati ed esseri umani convivono in modo pacifico.

  1. K. Maroon, proprietario degli studi di animazione, assolda il detective Valiant per indagare su Jessica Rabbit, la cui sospetta infedeltà sta distraendo il marito Roger Rabbit dal lavoro.

Sebbene il detective Valiant non sia entusiasta di lavorare con i cartoni animati, per via dell’omicidio di suo fratello avvenuto anni prima per mano di uno di loro, accetta l’incarico a causa della sua situazione economica.

Il detective scopre Jessica in atteggiamenti intimi con il signor Marvin Acme e mostra le foto a Roger. Il giorno dopo, Acme viene trovato assassinato e sulla scena del crimine è presente il Giudice Morton, che vorrebbe giustiziare Roger con la salamoia. Durante le indagini, i primi sospetti ricadono su Jessica, ma nuovi indizi obbligano il detective a seguire una nuova pista collegata all’omicidio di suo fratello.

Shrek

Un film d’animazione che non ha bisogno di troppe presentazioni. Shrek, un orco verde dai modi poco raffinati, si improvvisa cavaliere per salvare la principessa Fiona accompagnato dal fedele destriero Ciuchino, ma la principessa nasconde un terribile segreto.

La saga di Harry Potter

Tratta dai romanzi di J. K. Rowling, la saga narra le eroiche gesta di un ragazzino di 11 anni che scopre di essere un mago. Aiutato dai suoi amici maghi, Harry riuscirà a sconfiggere Lord Voldemort, l’assassino dei suoi genitori?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>