Jane Alexander su Elia Fongaro: L’ho lasciato io, ecco perché

di Ma.Ma. Commenta

Di recente ospite di Pomeriggio 5, Jane Alexander ha parlato per la prima volta della fine della storia con Elia Fongaro, giovane modello conosciuto al Grande Fratello Vip. L’attrice di origine britanniche ha spiegato di essere stata lei a mettere un punto a una relazione che improvvisamente non la rendeva più felice.

Ecco le parole di Jane Alexander sulla rottura con Elia Fongaro:

E’ successo, credo, quello che succede in tante coppie. Avendo noi iniziato la storia dentro una bolla, una volta che poi ha preso il sopravvento la vita, non eravamo più solo noi due, ma c’erano il lavoro, gli amici, il tempo libero. Insomma mille cose che ti portano poi a vivere una vita diversa da quella che era prima. Ti rendi conto di chi hai davanti. Ho smesso di piangere dieci giorni fa. È stata una scelta mia. Non è che io mi sono allontanata da Elia perché non gli volessi bene. L’ho fatto perché pensavo fosse la cosa giusta per me. Non ero felice con lui, non lo ero più

Poi Jane Alexander ha raccontato dei suoi dubbi sulla veridicità del sentimento di Elia Fongaro nei suoi confronti:

Non riesco e non voglio credere, è che a volte ho avuto l’impressione che non fosse… Che non ci fosse tutta questa grande realtà dietro. Io gli ho mandato il post prima. Credo che una persona che ti ama, ci tiene tanto a te, se tu provi a fargli capire che non stai bene ti tiene. E non mi pare che mi ha tenuto. Mi sono sentita come se lui avesse anche un sospiro di sollievo. Magari queste sono illazioni mie, magari lui può venire qua e dire tutt’altro. Qualche giorno fa gli ho mandato un messaggio e lui non mi ha neanche risposto. Sai quanti messaggi gli ho mandato da quando è successa questa cosa? Perché se uno sta male poi ci riprovi

</em

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>