Home » attrici » Jennifer Garner, finalmente sono uscita dall’ombra di Ben Affleck

Jennifer Garner, finalmente sono uscita dall’ombra di Ben Affleck

La fine del matrimonio con Ben Affleck pare non gettato nella disperazione Jennifer Garner: a sorpresa, l’attrice sembra essere letteralmente rinata.

Dopo dieci anni di unione e la nascita di tre figli, Violet, Seraphina e Sam 10, 7 e 4 anni, la coppia ha annunciato il divorzio che sarebbe stato causato dalla scappatella di Affleck con la tata dei bambini.

In mezzo ci sarebbe anche un certo interesse dell’attore nei confronti del gioco d’azzardo, ma la vera causa scatenante sarebbe stata in effetti la baby sitter di turno la bionda 28enne Christine Ouzounian. A distanza di qualche tempo la notizia è stata però rettificata dalla stessa Jennifer Garner che ha voluto chiarire le ragioni del divorzio smentendo che ci sarebbe di mezzo un’altra donna.

Ma la prima volta che ho sentito nominare la tata, eravamo separati già da mesi. Nella decisione di divorziare lei non ha avuto alcun peso. Non era fra i fattori in gioco.

Aveva spiegato di recente l’attrice spiegando che quello con Affleck è stato un matrimonio vero.

Non una messinscena per i fotografi. E per me era importantissimo farlo funzionare. Ma non è andata così. Per superare questa situazione, dobbiamo continuare ad aiutarci. Ben rimane l’unica persona che sa tutta la verità. E io sono ancora l’unica che conosce alcune delle sue verità.

Ha spiegato l’attrice che ha anche ammesso di essere felice di essere uscita in un certo qual modo dal cono d’ombra in cui Affleck l’aveva “relegata”. E per superare le difficoltà degli ultimi tempi l’attrice ha voluto ritrovare sé stessa e tornare un po’ bambina. Anche se c’è qualcosa che ancora le manca.

JENNIFER GARNER E BEN AFFLECK, NON ABBIAMO DIVORZIATO A CAUSA DELLA TATA

Non vedo l’ora di superare la fase del compatimento. Ritrovare il senso dell’umorismo.

Ha concluso l’attrice che sembra essere sulla buona strada per ritrovare la serenità dopo la fine del suo matrimonio.

PHOTO CREDITS|GETTY IMAGES 


Lascia un commento