Martina Stella su Lapo Elkann, l’amore provato per lui non va disperso

di Ma.Ma. 229 views0

In una lunga intervista a Vanity Fair che le dedica la copertina in edicola da oggi 3 luglio, Martina Stella si confessa sulla sua nuova vita da mamma e su quelli che sono stati i suoi amori passati.

Oggi l’attrice fiorentina è felicemente fidanzata con Gabriele Gregorini, conosciuto sul set di Tutti pazzi per amore dove lei recitava e lui era hair stylist. I due sono da poco diventati genitori nonostante Gabriele Gregorini abbia da poco superato i venti.


Ma Martina Stella lo definisce un papà forte e determinato, nonostante sia piuttosto giovane. Nell’intervista l’attrice si lascia andare anche al ricordo di Lapo Elkann, uno dei suoi ex storici, con il quale la storia è finita ormai da qualche anno, con il rampollo torinese finito nello scandalo della droga e dei trans. Ma non sono stati quelli i motivi della rottura, come afferma l’attrice: “Quando è scoppiato lo scandalo ci eravamo già lasciati, non è stato quel brutto episodio la causa della nostra rottura“. I motivi sarebbero stati molto più banali, insomma, di quelli che spesso colpiscono le coppie giovani. “Ma ricostruire il rapporto ha significato chiarire certe cose, e chiederci perdono per altre“, sottolinea Martina Stella che poi aggiunge: “Lui e gli altri sono più che amici, sono persone che ho amato, e quell’amore non va disperso: se uno di noi ha un problema, ci siamo sempre l’uno per altra. Lapo ha conosciuto anche Ginevra“.

MARTINA STELLA HA SOFFERTO DI ATTACCHI DI PANICO

Lapo Elkann non è più un ragazzino eppure la sua vita sentimentale è in continuo divenire. Martina Stella però è convinta che prima o poi anche il suo ex fidanzato metterà la testa a posto: Detto che la sua vita privata riguarda solo lui, Lapo è ancora giovane. Sono sicura che un giorno avrà dei figli“. E se lo dice lei che lo conosce così bene…

COPERTINA VANITY FAIR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>