Tiziano Ferro, mi fido più delle donne che degli uomini

di Eleonora Costa 129 views0

Tiziano Ferro si rende protagonista di una lunga intervista concessa in esclusiva al settimanale Vanity Fair. Il cantante di Latina, che da tempo ha confermato di essere omosessuale, racconta di fidarsi molto più delle donne che degli uomini. E si chiede del perché un artista debba essere per forza sciupafemmine invece che gay.

TIZIANO FERRO, SE TORNASSI INDIETRO PARLEREI PRIMA DELLA MIA OMOSESSUALITA’

Ho avuto ancora una volta la conferma che la gente è molto più profonda, sensibile, aperta di quello che ci vogliono far credere. Tutte caratteristiche che le donne le hanno in maniera ancora più spiccata. E in più la capacità di discernere, di saper leggere le informazioni. Hanno più forza di volontà e persino fisica, quando è necessario. Mi fido più delle donne che degli uomini, ho più amiche che amici maschi. Praticamente io, a parte il mio manager, lavoro solo con donne. Il mio pubblico è soprattutto femminile? Dico la verità, non mi stupisce affatto

TIZIANO FERRO, HO SOFFERTO DI ANSIA E NASCONDO MOLTE INSICUREZZE

Poi il riferimento alla sua omosessualità:

Perché un musicista può essere sciupafemmine, ma non gay? Chi l’ha detto? Perché un cantante paparazzato ogni volta con una modella diversa è un figo? Sono cliché, stronzate da cui bisogna uscire. E quando decidi che non ha senso seguire queste “regole”, ti rendi conto che la gente è disposta ad ascoltarti e che capisce. Lo dico sempre a quegli amici, e ce ne sono ancora tanti, convinti che nel loro ambiente, per il loro tipo di carriera, dichiararsi omosessuali sia un handicap. Basta che tu lo spieghi con grande semplicità a chi ti sta intorno, vedrai che la stima che hanno nei tuoi confronti non cambierà.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>